Dashiell Hammett – Alex Raymond, Agente Segreto X-9, 400 pp b/n, Mondadori Comics 2014, € 14,99

sbam_AgenteX9Mondadori Comics continua a passare in rassegna tutti i classicissimi più issimi del Fumetto: in eleganti volumi cartonati, infatti, ha già proposto le strisce giornaliere di due pezzi da novanta della Storia delle Nuvolette come Mandrake e l’Uomo Mascherato. Ora è il turno dell’Agente Segreto X-9, personaggio che vide al lavoro lo scrittore Dashiell Hammett e il disegnatore Alex Raymond, lo stesso che sarebbe poi diventato celeberrimo nei secoli con il suo Flash Gordon (a proposito di pezzi da novanta…). Se poi consideriamo che a Raymond successe – sulle tavole di X-9 – Charles Flanders, poi autore di Lone Ranger, non è difficile rendersi conto di che periodo fosse quello degli anni Trenta per la Nona Arte.
Anche questo volume, come i due precedenti, è curato da Luciano Secchi (alias Max Bunker), qui nella sua veste di appassionato di fumetto storico.
Ecco la sinossi ufficiale del volume, che propone le strisce giornaliere uscite tra il 1934 e il 1935:

«L’agente segreto X-9 è circondato da un alone di mistero: di lui non si sa molto, neppure il vero nome; si fa chiamare Dan, ma soltanto in seguito sapremo che in realtà si chiama Phil Corrigan e fa parte dell’FBI, Federal Boureau of Investigation. L’agente segreto X-9 è un lupo solitario duro e coraggioso, incorruttibile e senza tentennamenti, dedito con implacabile impegno alla lotta contro la malavita organizzata. Per raggiungere i suoi scopi non esita a mescolarsi ai criminali, imitandone perfettamente linguaggio e metodi».

(11/11/2014)