Ultron-ZombiesQualunque Marvel-fan che abbia seguito anche distrattamente le notizie rimbalzate dal New York Comic Con da poco concluso, o che semplicemente bazzichi per il web, si starà ponendo (magari con un po’ d’ansia) la fatidica domanda: che cosa succede al Marvel Universe? Andiamo con ordine, riepilogando le maggiori novità annunciate alla kermesse newyorkese (ATTENZIONE: ciò che segue potrebbe contenere spoiler!)

FQ ADDIO Già vi avevamo annunciato (QUI) i cambiamenti clamorosi legati all’iniziativa All-New Marvel Now! (tra cui un Thor donna e Falcon nei panni del nuovo Capitan America), ma a quanto pare i progetti futuri sono ancor più rivoluzionari. Innanzitutto, una delle note più dolenti. Dopo le mille voci di corridoio (che noi di Sbam! puntualmente vi abbiamo riportato), adesso è ufficiale: la testata dei Fantastici Quattro è prossima alla chiusura.
The-end-is-FOUReverSappiamo ormai tutti che la vita editoriale della Casa delle Idee è fortemente influenzata da dinamiche cinematografiche ben più redditizie di quelle puramente fumettistiche e che alla Marvel non va giù il fatto che altri studios, in questo caso la Fox, sfruttino i personaggi di cui avevano acquisito i diritti anni fa; ecco quindi che, probabilmente per boicottare il nuovo film sul quartetto previsto per agosto 2015, e visti anche i risultati non esaltanti a livello di vendite, si è deciso di porre fine alla testata, come annunciato con il teaser The End is FOURever. In occasione del finale, Fantastic Four riprenderà la vecchia numerazione e terminerà (immaginiamo solo temporaneamente) con il numero 645 del giugno 2015, giusto due mesi prima dell’uscita del film. Semplici coincidenze?

QUESTIONI MUTANTI Per il prossimo gennaio è stato annunciato l’evento No More Mutants: protagonisti saranno i fratelli Scarlet e Quicksilver e, a dispetto di quello che potrebbe suggerire il titolo, si tratterà di un evento legato ai Vendicatori. Così, almeno, ha anticipato Mike Marts, uno degli editor delle testate mutanti. Un dettaglio destinato a rinforzare le voci che parlano di un ostracismo della Marvel pure nei confronti degli X-Men (anch’essi, cinematograficamente parlando, in mano alla Fox). Sebbene non rischino la chiusura, visto il gran numero di testate a loro legate e le buone performance di vendita, nel prossimo futuro gli Uomini X potrebbero non ricevere particolare supporto dalla casa editrice ed essere messi in secondo piano rispetto a personaggi di cui la Marvel detiene i diritti per il grande schermo (Vendicatori su tutti, ma anche gli stessi Scarlet e Quicksilver, non a caso presenti nel nuovo film Avengers: Age Of Ultron). Sul tema si è espresso anche Chris Claremont, dichiarando che la Marvel avrebbe dato agli autori delle testate X la precisa disposizione di non creare nuovi mutanti, proprio per non fornire alla concorrente Fox ulteriori personaggi da sfruttare. Ma, va detto, su questo non esistono conferme ufficiali e rimaniamo quindi nel campo dei “si dice”, per quanto autorevoli. Ancora in tema di mutanti, per febbraio è previsto un ulteriore team-up tra i Nuovissimi X-Men e i Guardiani della Galassia, intitolato The Black Vortex.

marvel-Secret-WarsGUERRE SEGRETE, IL RITORNO L’estate 2015 sarà caldissima in casa Marvel, così almeno lasciano intuire i molti annunci fatti durante la fiera newyorkese: di ognuno di essi, però, si sa ancora ben poco e quindi qualsiasi ipotesi appare al momento lecita. Quello che per ora ha fatto più rumore è senza dubbio Secret Wars, ripresa del celeberrimo evento firmato da Jim Shooter nel 1984. Il crossover in questione durerà un anno, sarà scritto da Jonathan Hickman e disegnato da Esad Ribic. Per ora, l’unica cosa che si è potuta vedere è un grande affresco-teaser di Alex Ross su cui imperversa una battaglia tra le vecchie versioni degli eroi Marvel anni ’80 e quelle moderne. Da notare, tanto per tornare a quanto detto prima, l’assenza dei Fantastici Quattro. A detta di Hickman, tale progetto sarebbe stato in cantiere fin dal 2012; Tom Brevoort, Marvel Senior VP Publishing, ha dichiarato che sarà la cosa più grande mai pubblicata dalla Casa delle Idee, mentre Dan Buckley, presidente responsabile di stampa, tv e digitale, ha promesso un programma dell’evento esteso a tutti i partner commerciali e digitali.

sbam_WW_HulkREMAKE, REMAKE, REMAKE Durante i giorni della fiera, la Marvel ha diffuso teaser su diversi altri eventi in programma nell’estate 2015: da Planet Hulk (la cui unica immagine finora anticipata mostra Capitan America coinvolto in uno scontro con diverse versioni alternative di Hulk) a Years Of Future Past (in cui si vede Kitty Pryde al centro della scena con sullo sfondo formazioni di X-Men di tutte le epoche), da Age Of Ultron vs Marvel Zombies a Armor Wars, fino addirittura a Civil War (di cui è stata presentata un’immagine con le vecchie versioni di Iron Man e Capitan America che si contendono l’Uomo Ragno). Ma che cosa si nasconde dietro tutti questi remake di eventi già visti? Possiamo solo supporre che Secret Wars sarà il crossover portante, attorno al quale ruoteranno tutti gli altri. E, visto che inizierà subito dopo la conclusione dello story-arc Time Runs Out sulle pagine di Avengers, si può anche immaginare che il tutto possa essere legato a una sorta di collasso dello spazio-tempo (ma, attenzione, sono solo ipotesi…). Che sia il momento di una sorta di reboot della Marvel in stile Crisi sulle Terre Infinite della Distinta Concorrenza? Solo il tempo potrà confermarcelo.

Civil-War-2015TIRANDO LE SOMME… che cosa resta a noi lettori? Sebbene certe dinamiche legate ai diritti cinematografici non ci garbino affatto e danneggino il fumetto in quanto tale (sacrificare una testata storica come Fantastici Quattro per colpa di un film?!), ciò che conta alla fine è pur sempre la qualità degli albi. Insomma, ben vengano tutti i cambiamenti del mondo se accompagnati da buone storie e se, ancora meglio, questo ipotetico reboot riuscisse a eliminare rituali un po’ stantii come il solito mega-crossover annuale. Il problema è che, per ora, tutta questa “rivoluzione” puzza di puro e semplice marketing lontano un miglio, mentre l’unica cosa davvero evidente che vediamo al momento sui nostri albi preferiti è un enorme bollo con su scritto Punto di inizio ideale per i nuovi lettori. Come dire: i vecchi si accontentino di quel poco che è rimasto di salvabile, tanto vendiamo lo stesso…

(Federico De Rosa • 20/10/2014)