Lee Falk – Ray Moore, The Phantom, l’Uomo Mascherato, 640 pp b/n, Mondadori Comics 2014, € 14,99

sbam_Phantom«Capostipite di tutti gli eroi mascherati del fumetto avventuroso, l’Uomo Mascherato (The Phantom) è il secondo fortunato personaggio creato dallo sceneggiatore Lee Falk dopo il mago Mandrake e apparso per la prima volta sui quotidiani statunitensi il 17 febbraio 1936 nella versione grafica di Ray Moore.» (Aa.Vv., La grande avventura dei fumetti, De Agostini 1990)

«Il volto coperto da una mascherina nera e l’intero corpo fasciato in un’aderentissima tuta rossa, cinturone e pistola al fianco, l’emblematico personaggio è l’ultimo discendente di una stirpe di giustizieri che vanta ben 400 anni. Il costume, nascondendo le fattezze dell’individuo, tramanda il mito dell’immortalità e incute terrore nei farabutti di ogni risma che l’Uomo Mascherato affronta in nome della giustizia. Diana Palmer (Palmesi in Italia) ne è la fidanzata.
L’intera tribù dei pigmei Bandar, armati di frecce avvelenate, è agli ordini del giustiziere; lo aiutano inoltre il bel cane lupo Diavolo e il cavallo Eroe.
» (Della Bruna-Bargadano, La nuvola parlante, Edizioni Paoline 1982).

«Le prime gesta dell’Uomo Mascherato seguono le regole del romanzo d’avventura dove azione, esotismo e poliziesco si fondono, una formula collaudata che più tardi è stata riesumata dallo scrittore Ian Fleming per il ciclo di James Bond.» (Gaetano Strazzulla, Fumetti di ieri e di oggi, Cappelli 1977).

«Giocando con abilità sulla sua immagine mitica e misteriosa, Lee Falk è riuscito ad elevare Phantom al di sopra del livello corrente dei fumetti d’avventura, in un realismo di favola e di parabola. Fin dall’inizio, The Phantom è stata una delle sei strisce di maggior successo, popolarissimo anche all’estero dove è stato tradotto e letto in circa 60 paesi. Vi sono state inoltre innumerevoli imitazioni del personaggio sia negli Stati Uniti che all’estero. Il personaggio ebbe anche un adattamento cinematografico ne 1943, e Lee Falk ha anche scritto una serie di racconti originali, pubblicati da Avon.» (Maurice Horn su Enciclopedia Mondiale del Fumetto, 1978).

phantom«Su Ray Moore, il primo e più importante disegnatore dell’Uomo Mascherato, si sa molto poco. Era l’aiutante di Phil Davis, disegnatore di Mandrake, che Lee Falk promosse affidandogli The Phantom (…). Con un tratto deciso e ben rifinito proponeva immagini che avevano la magia di muoversi in sintonia con la fantasia del lettore. Una sensazione che ha dell’incredibile, visto che solo un altro disegnatore americano d’origine italiana, John Romita Sr, ha lo stesso stupefacente dono.» (Luciano Secchi nell’introduzione a questo volume).

«Questo giustiziere di cui nessuno ha mai conosciuto il volto è costretto a fingersi immortale; quest’uomo dall’apparenza dura e scontrosa che recita un ruolo pesante non per vocazione, ma unicamente per mantenere fede al giuramento di un suo antenato, in fondo ha un immenso bisogno di amore e di affetto. È un essere solitario, progioniero di una missione che non ha scelto liberamente e che richiede sempre nuovi e maggiori sacrifici.» (Gaetano Strazzulla, op. cit.).

«Immortale secondo la leggenda, rischia di diventare immortale anche nella storia dei fumetti, considerando che dopo tanti anni continua a essere amato dai suoi lettori vecchi e nuovi» (B.P. Boschesi, Manuale dei Fumetti, Mondadori 1976).

Per parlare di un personaggio di questa levatura e di questo valore storico, abbiamo preferito lasciare la parola a storici e commentatori ben più illustri dei vostri Sbam-redattori preferiti. Abbiamo quindi poco da aggiungere, se non i dati tecnici di questa pubblicazione, di cui vi avevamo già anticipato l’uscita: edito da Mondadori Comics, il volume contiene le prime otto avventure dell’Uomo Mascherato in ordine cronologico, ed è stato curato e proposto da Luciano Secchi (alias Max Bunker). Di ben 640 pagine, è disponibile in libreria e in edicola (dove è abbinato a Panorama o a Sorrisi & Canzoni TV) a 14,99 €.
Per qualcuno sarà magari un tuffo nel passato, ma per tutti i veri appassionati di Fumetto è comunque da conoscere assolutamente. Siamo nella Storia della Nona Arte.

(Antonio Marangi • 09/09/2014)