icebucket_dyd_dkIn luogo della solita canzoncina estiva, è stato questo il vero tormentone dell’estate 2014: l’Ice Bucket Challenge, quella peculiare operazione consistente nel versarsi un secchio d’acqua fredda in testa e fare una donazione in favore della ricerca sulla SLA. Calciatori, cantanti, vip presunti o sedicenti tali, starlette d’ogni ordine e grado, perfino austeri politici e dirigenti d’industria, chi in giacca e cravatta, chi in mutande, nessuno si è sottratto al rito. A secchiata effettuata, il fradicio vip deve poi nominare tre successivi candidati a sua scelta, “obbligati” a loro volta alla doccia.
Tra polemiche più o meno sensate, alla lunga il giro acquatico è arrivato anche tra le Nuvole Parlanti, così, a cominciare da Dylan Dog (tramite Angelo Stano) e Diabolik (con Matteo Buffagni), anche parecchi miti della Nona Arte sono finiti a mollo.
icebucket_milo_manaraQuando poi Jenus ha “nominato” direttamente Milo Manara (lui in persona, non i suoi personaggi), il maestro dell’eros a fumetti l’ha presa con umorismo e delegato alla doccia una delle sue fanciulle (clicca sull’immagine per ingrandire). Zerocalcare, invece, ha trovato tutte le “scuse” per evitarsela, mettendo in fumetto le sue motivazioni. Homer Simpson, come da manuale, ha postato la sua doccia su YouTube. Ma gli esempi potrebbero essere tantissimi altri, e pressocché quotidianamente qualcuno si aggiunge alla lista.

Aspetti goliardici a parte, la SLA è una triste realtà. Per chi fosse interessato tra gli Sbam-lettori (anche senza docciarsi), ogni informazione è QUI sul sito di AISLA.

(01/09/2014)