facciata_wowSono in pieno svolgimento i lavori per il recupero e la valorizzazione della facciata di Wow Spazio Fumetto (ne parlavamo qui), il Museo del Fumetto di Milano. Deturpata da vandali notturni, le mura esterne dell’edificio si avviano a diventare una vera e propria panoramica della storia del Fumetto, operazione dettata dal motto “Combattiamo il degrado con la cultura“.
Di pari passo con i lavori procede la raccolta di fondi per finanziarli. Tutti possono dare una mano (qui tutte le istruzioni) e tutti possono partecipare alle serate a tema organizzate alla bisogna.
Venerdì 23 maggio 2014 si terrà Insert Coin, dalle 21.00 alle 02.00 di notte (al costo di 5 € a partecipante) una giornata dedicata al rapporto tra videogiochi storici e fumetto: da Braccio di Ferro a Dylan Dog.
Andrea “Bisboch” Babich e Fabio “Kenobit” Bortolotti presenteranno un percorso tutto da giocare, interamente dedicato al mondo dei fumetti e ai suoi punti di contatto con il mezzo ludico.
Sapevate che Braccio di Ferro, mentre Mario muoveva i primi passi, era il protagonista di un gioco Nintendo? Vi ricordate l’introduzione di Sam & Max, disegnata da Steve Purcell? E i videogiochi su Dylan Dog di Simulmondo? E il Topolino secondo Capcom?

wow_progettoInsert Coin non è solo nostalgia. È una ricerca delle perle dimenticate, delle stranezze, delle bizzarrie. La regola è solo una: bisogna giocare. Per farlo c’è un sontuoso doppio joystick, come quelli che c’erano in sala giochi, collegato a un proiettore. Tutti i presenti sono invitati a cimentarsi con le sfide dei bei pixel di una volta, mentre il dinamico duo di presentatori racconta curiosità e aneddoti sul gioco di turno.
La selezione di Insert Coin per WOW sarà anche un viaggio in giro per il mondo, alla ricerca di tutte le diverse sfumature del fumetto. Prenderemo in esame le locandine dei vecchi giochi arcade nipponici, con le loro illustrazioni che sembrano uscite dalla matita di Takashi Tezuka, per poi soffermarci sul grande impatto culturale dei manga. Su questo fronte avremo dei capolavori, come l’Astro Boy di Treasure e i giochi su Mazinger di Banpresto, ma anche i demenziali disastri dei cloni coreani di Dragon Ball (ossia… Dragon Bowl). Vedremo i possenti muscoli del Conan di Frank Frazetta attraverso i giochi che ha ispirato, come Rastan e Barbarian. Flirteremo con i supereroi, da Silver Surfer a Spider-Man, soffermandoci sulle loro interpretazioni videoludiche più riuscite, come gli Avengers di Data East e i mitici X-Men secondo Konami. Ammireremo la potenza dell’arte di Dave Gibbons, prestata a Beneath a Steel Sky, una distopia cyberpunk travestita da avventura grafica, per poi dedicarci ad altri classici del fumetto a stelle e strisce. Sferreremo pugni con Cadillac & Dinosaurs (trasposizione videoludica di Xenozoic Tales di Mark Schultz) e spareremo ai gangster con il Dick Tracy di Chester Gould, per poi tornare a spron battuto in Europa, alla ricerca del villaggio gallico di Asterix e dei classici nostrani, come Lupo Alberto e Diabolik. Per finire, prenderemo in esame anche i casi nei quali il videogioco, pur non essendo tratto direttamente da un fumetto, si impossessa dei suoi stilemi, arrivando addirittura ad ambientarsi all’interno di una pagina, come lo spettacolare Comix Zone per Sega Megadrive.

In seguito, in programma per il 4 giugno dalle 9:00 alle 12:00 il Cleanig Day della fascia marcapiano della facciata dell’edificio promosso dal Consiglio dei Ragazzi e delle Ragazze di Zona 4 del Comune di Milano, coordinato dall’Associazione Nazionale Antigraffiti e le Cooperative Sociali Lo Scrigno e Diapason di SIS.

(22/05/2014)

Post correlati