Diritti-film-MarvelPerché nel film dei Vendicatori non è comparso l’Uomo Ragno? E come mai, pur in epoca di crossover imperanti, non ci siamo ancora gustati al cinema un bell’incontro-scontro tra Devil e Wolverine?
La risposta a queste e ad altre simili domande è semplice: è tutta una questione di diritti. In pratica, nei primi anni ’90 la Marvel Comics ha cominciato a vendere i diritti per lo sfruttamento cinematografico dei propri personaggi a diversi studios hollywoodiani.
Quando, più tardi, la stessa Marvel ha dato vita a un proprio studio, ha avviato una sistematica opera di riacquisizione di quegli stessi diritti, con lo scopo di creare anche sul grande schermo un universo narrativo coerente e condiviso come nei fumetti.
L’operazione, però, non è ancora stata completata e, al momento, non è neppure certo se lo sarà mai. E così, diversi eroi di primissimo piano come l’Uomo Ragno (i cui diritti sono di proprietà della Sony Pictures) e i Fantastici Quattro (20th Century Fox) si trovano tuttora al di fuori della disponibilità dei Marvel Studios. Tradotto in termini fumettistici, sarebbe come se appartenessero a una diversa casa editrice e, quindi, a un differente (e non comunicante) universo narrativo.
Confusi? Niente paura: a fare un po’ di chiarezza in questo ginepraio legale ci pensa ora una semplice infografica, pubblicata dal sito americano The Geek Twins e che vi riproponiamo qui sopra (cliccate sull’immagne per ingrandirla): riassume quali studi cinematografici detengono attualmente i diritti dei più famosi supereroi Marvel.

Due avvertenze. 1) Se non diversamente indicato, tutti i diritti si intendono basati sulla proprietà del personaggio principale ed estesi, di conseguenza, anche a quelli secondari. Così, per esempio, 20th Century Fox assieme agli X-Men è titolare dei diritti di tutti i mutanti; mentre i Marvel Studios, oltre a Blade, possiedono quelli di tutti i vampiri della casa editrice. 2) Del tutto avulso da questo rigoroso gioco di diritti rimane, come è ovvio, il sorridente Stan Lee: lui è talmente «super» che può tranquillamente comparire con i suoi cameo in qualsiasi film Marvel, a prescindere dallo studio che lo produce…

Post correlati