sbam_Spiderman-Teamup-1Primo albo del nuovo corso di Spider-Man Universe, testata ancora “giovane” del catalogo Panini Comics e ultima nata tra quelle dedicate all’Arrampicamuri. Come noto, però, non stiamo più parlando del buon vecchio Uomo Ragno di quartiere, ma del cupo Superior Spider-Man, alias del dottor Octopus che si è impadronito di corpo e mente di Peter Parker prendendone il posto in tutto e per tutto. Già che c’era, però, ha aggiunto ai “tradizionali” poteri ragneschi del nostro eroe anche i suoi pochi scrupoli e la sua genialità tecnologico-scientifica (ne abbiamo parlato a più riprese, qui è stata l’ultima volta).
La testata Spider-Man Universe, dicevamo: dopo aver proposto la serie di Spider-Man il Vendicatore, adesso (con questo numero 26, marzo 2014, € 3,30) passa a Superior Spider-Man Team-Up, storie che vedranno l’Arrampicamuri “associato” di volta in volta ad altri eroi.
Uno schema classico per la Marvel (proprio Spidey è stato negli anni uno degli eroi più gettonati per questo genere di espediente narrativo, senza dimenticare la serie Marvel Team-Up nata proprio a questo scopo): per cominciare in bellezza, ecco l’incontro/scontro tra Dock Ock (pardon, Peter Parker) e i Vendicatori, che da un po’ di tempo stanno guardando con occhio sospettoso questo loro membro, solitario per natura e per definizione, dai modi divenuti un po’ troppo spicci. Figuriamoci allora la loro reazione se l’osservato speciale si mette a prendere a cazzotti Cloak e Dagger, il dottor Strange, Devil, Moon Knight e vari altri “buoni”!
Niente di nuovo sotto il sole, parrebbe, in questa storia di Chris Yost, anzi: c’è pure un bel finale in perfetto stile cliffhanger da anni Sessanta, col cattivone che se la ride nell’ombra. Quello che però è davvero difficile da digerire sono i disegni di David Lopez, assolutamene al di sotto degli standard della Casa delle Idee.
Così come quelli – pure tristi – di Steve Lieber, all’opera sul secondo episodio contenuto nell’albo: scritto da Nick Spencer, Panini ci propone la prima uscita di I mortali nemici di Spider-Man, serial con protagonisti di volta in volta nemici tradizionali dell’Arrampicamuri. Cominciamo con Boomerang e la nuova, ennesima formazione dei Sinistri Sei (team che nella sua primissima versione fu fondato proprio da Dock Ock secoli or sono).
Infine, ben due episodi di un terzo serial: Venom, di Cullen Bunn, con Pepe Larraz e Kim Jacinto disegnatori (di gran lunga le migliori pagine dell’albo: è il Venom versione Flash Thompson, eroe e mutilato di guerra, ora ospite del simbionte nero e in questa veste supereroe al servizio dello Stato).
Quindi il “titolare” della testata ha uno spazio di meno di un quarto della rivista. E vabbè.
A proposito: il prossimo team-up, previsto sul numero 2 in uscita in aprile, sarà tra Spidey, i Nuovissimi X-Men (quelli provenienti dal passato, vedi) e Hulk.

(Domenico Marinelli • 10/03/2014)