sbam_n_XMen-9_puffettaÈ una domanda che l’umanità intera si pone da almeno sessant’anni: ma come campa la Puffetta, unica femminuccia in un mondo di soli maschietti? Con chi è fidanzata? Come li… “tiene a bada”? E qui bisogna fermarsi con i quesiti esistenziali, perché i successivi sarebbero giocoforza non adatti a un sito aperto a tutte le età.
La dolce Puffetta vive comunque una situazione molto simile a quella di Marvel Girl, unica eroina in quota rosa di un gruppo di adolescenti maschietti, quale era la formazione degli X-Men originali, non ancora Nuovissimi, ma semplicemente X-Men e basta. E infatti – i lettori anta ricorderanno bene – la rossa fanciulla era contesa tra il taciturno Ciclope e il brillante Angelo. Escludendo l’Uomo Ghiaccio per motivi di età – all’inizio della saga Bobby era poco più che un poppante – e lo stesso professor X – che pure ammise di essere innamorato della fanciulla rischiando l’accusa di pedofilia – fuori dai giochi rimaneva solo Hank McCoy, la Bestia, non ancora blu e villoso.
Ed ecco colmata la lacuna. Venendo all’oggi (e all’albo I Nuovissimi X-Men nr. 9, marzo 2014, Panini Comics, € 3,50, appena uscito in edicola), la Marvel Girl di allora si trova a tu per tu con la Bestia attuale che, per quanto geniale, dimentica di essere davanti a una telepate e rimembra i tempi in cui, giovine e allupato, ammirava la fanciulla. Fanciulla che così adesso resta esterrefatta alla rivelazione e guarda con altri occhi l’Hank “antico”, a sua volta trapiantato all’oggi. Che frittata.
Eppure, i lettori anta di cui sopra ricorderanno anche che Hank aveva una fidanzata, comparsa dopo una ventina di numeri: la frequentava insieme a Bobby (nel frattempo cresciuto), facendo doppia coppia con Vera e Zelda (abbiate pazienza, non ricordo quale delle due fosse fidanzata con l’uno e quale con l’altro). Siamo dunque davanti a una delle solite rivisitazioni marvelliane del tipo “quello che non vi abbiamo mai detto“, e quindi ora sappiamo che anche Hank occhieggiava la Girl, Marvel per tanti motivi, lui Man per quanto X. La bella e la Bestia, dunque (ecco, l’ho detto). Alla fine la spuntò Ciclope, come è ben noto. Ma chissà poi perché, ci sarebbe da chiedersi vedendo la Jean di questa storia. Benedetta continuity…
Chissà se allora anche Quattrocchi, Forzuto e Brontolone con la Puffetta… E il Professor-Grande-Puffo-Xavier? Vogliamo i What If di Peyo!

(Antonio Marangi)

P.S. Per completezza d’informazione, la X-storia in questione è a firma Brian Michael Bendis (testi) e David Lafuente (mangosi disegni), mentre nel resto dell’albo trovate un nuovo episodio della serie X-Men (nella loro formazione tutta al femminile, esatto opposto della situazione di cui sopra, dunque) di Brian Wodd e David Lopez, e ben due nuovi capitoli dell’indigeribile Legione (di Simon Spurrier e Paul Davidson). E la Battaglia dell’Atomo incombe…