sbam_SpongeBobEccolo, il primo spugnosissimo numero che Panini Comics dedica a SpongeBob nella sua nuova collana Panini Cartoon (nr. 1, anno I, gennaio 2014, 32 pp a colori, € 2,50). La strampalata spugna di mare che lavora in una fast food ha così la sua versione a fumetti, anzi, più di una: l’albo si compone infatti di otto brevi storie, tutte di autori diversi: ai disegni troviamo alternativamente Greg Schigiel, Andy Rementer, Hilary Barta, Jacob Chabot e Vince Deporter, ai testi Graham Annable, Chris Duffy, David Lewman e Robert Leighton, mentre Bob Flynn, Corey Barba e James Cochalka si cimentano in antrambi i ruoli. Altrettanto lunga è la lista di passatori a china e coloristi, e infatti il risultato complessivo dell’albo è quanto mai variegato.
Tutti gli autori sono comunque molto fedeli al cartone animato. Cartoon ben noto, dal tratto essenziale e (apparentemente) in stile “da bambino” – che per più di un aspetto ricorda quello di Massimo Mattioli col suo Pinky – ma con battute umoristiche (o tali nelle intenzioni) che certo da bambini non sono. Un mix classico per tanti altri prodotti americani, dai Simpson in giù.
Un albo solo per gli appassionati della serie animata. Per tutti gli altri, nonostante il leviatanico poster in regalo, è meglio restare su Pinky.

(Matteo Giuli)