sbam_Kriminal-Mondadori-1“Per celebrare i 50 anni di Kriminal, un’edizione straordinaria. Le storie che hanno reso leggenda il Re del Delitto, creato e scritto da Max Bunker. Il fumetto noir che ha sconvolto l’Italia degli anni ’60 torna a sorprendere con il protagonista di un mondo violento e senza scrupoli.”
Così il sito di Mondadori Comics annuncia al mondo il ritorno in edicola di Kriminal, uno dei portabandiera indiscussi di quel fumetto nero che ha segnato un’epoca e che compirà 50 anni nell’ormai imminente 2014. Per festeggiare adeguatamente questo “compleanno”, ecco dunque questa nuovissima edizione in 18 eleganti volumi cartonati di circa 700 pagine l’uno, che riproporranno tutta la produzione di Kriminal griffata Magnus&Bunker, le avventure disegnate da Giovanni Romanini e l’appendice delle tre parti di Ritorno alla zona buia, con Dario Perucca ai pennelli.
QUI trovate il piano dell’opera col calendario delle uscite: la pubblicazione parte dal 6 dicembre 2013 e avrà cadenza mensile, in libreria, fumetteria ed edicola a € 14,99 a volume.

Kriminal a suo tempo – agosto 1964 – ha rotto tutti i tabù dell’ipocrisia, specialmente quella sul sesso, parlando un linguaggio reale, concreto, vero, passando dai sussurri all’urlato a pieni polmoni” ha scritto Max Bunker stesso nell’introduzione a questo primo volume. “Kriminal significa morte! L’apparire del suo volto scheletrico vuol dire paura!” recitava il frontespizio degli albi; “Kriminal è il fumetto del terrore!”.
Ed eccolo, il primo volume: un tomo di oltre 700 pagine, tutto nero. Nerissimo. Nera la cover, il dorso e il retro, neri perfino i bordi delle pagine. L’elegante cartonatura dà al tutto l’effetto di un cofanetto (nero), su cui risaltano cupamente il giallo del logo e del costume di Kriminal.
sbam_Kriminal_01Questo primo volume comprende il primissimo episodio, Il Re del delitto (agosto 1964), seguito da Il museo dell’orrore (nr. 3, ottobre 64) e dal nr. 5, il famigerato Omicidio al riformatorio (dicembre 64), proprio quello che più di ogni altro “scatenò una vera e propria caccia alle streghe”, ricorda ancora Bunker nella sua introduzione. Di seguito Morte a domicilio (dall’albo nr. 6, gennaio 1965), Trappola infernale (nr. 7, 14 gennaio 65), con la prima apparizione di Gloria, la fidanzata di Milton, e il leggendario La cattura di Kriminal (nr. 8, 21 gennaio 65) che così conclude il volume – come si suol dire – proprio sul più bello.

Per chi conobbe e seguì Kriminal all’epoca della sua epopea, un amarcord imperdibile. Per gli altri, un’ottima occasione per conoscere una fetta di storia della Nona Arte italica.

(Antonio Marangi)