Pubblicato il 24 gennaio 2013 sul canale YouTube dell’artista, ecco Rapsodeus, il nuovo corto di Bruno Bozzetto.
Il regista ce lo aveva anticipato nell’intervista che ci aveva rilasciato per il numero 6 di Sbam!: sulle note della Seconda Rapsodia Ungherese di Franz Liszt, una mano misteriosa scende dal cielo per liberare dei piccoli umani prigionieri. Una volta liberi, però, gli omini non trovano di meglio da fare che trucidarsi tra loro per il possesso di una piccola luce che vaga nell’aria. E continuano a farlo per tutta l’evoluzione dell’umanità nel corso dei secoli.

Un tema caro a Bruno Bozzetto, l’inutilità delle guerre  che hanno accompagnato l’intera storia dell’uomo: Rapsodeus riprende in qualche modo lo schema del classico Cavallette, che il grande cartoonist propose nel 1991 guadagnandosi una nomination agli Oscar.
Realizzato da Alienatio Film, Rapsodeus – oltre a Bruno Bozzetto che firma soggetto e regia – comprende nel suo cast tecnico Branko Rakic (character design e animazione), Diego Zucchi (concept design e animazione), Fabio Bozzetto (art direction e fondali) e Roberto Frattini (parte musicale).