Kurt Busiek – Stuart Immonen, Superman: identità segreta, RW-Lion 2012, euro 20,95

L’opera che la RW-Lion sta facendo per proporre il miglior materiale DC Comics si arricchisce di un volume che in copertina riporta due dei nomi più importanti e altisonanti del comics americano. Uno è Kurt Busiek, l’autore che ha regalato negli anni perle quali Marvels, Astrocity e Trinity. L’altro è il disegnatore Stuart Immonen, legato a opere quali Runaways, Fear Itself e Ultimate Spider-Man.
Con due personaggi di questa caratura c’è da aspettarsi un capolavoro assoluto. Identità Segreta parla di un Clark Kent del Kansas. Ma non si tratta dell’ultimo figlio di Krypton: è semplicemente un ragazzo il cui cognome è Kent, così che i suoi genitori, animati da un senso dell’umorismo fuori dalla norma e da una spropositata passione per l’Uomo d’Acciaio, hanno battezzato Clark, come il famoso supereroe. Questo finché, una notte, il giovane non ottiene davvero tutti i poteri del suo omonimo! Ecco quindi un “Superman” molto reale, vivo, immerso in un mondo senza supercriminali ed eventi cosmici.
L’opera, scritta come un diario, è suddivisa in quattro capitoli che attraversano altrettante fasi della vita umana. Il primo (Smalville) narra dell’infanzia e dell’adolescenza del protagonista, dell’improvvisa scoperta dei suoi poteri, della voglia di riscatto contro i bulli della scuola e della sua volontà di aiutare la famiglia, dell’ingenuità e, soprattutto, delle domande sulle proprie origini.
Nel secondo capitolo (Metropolis), l’attenzione è focalizzata sulla scoperta dell’amore, su quanto il suo segreto pesi sulla relazione di Clark con la sua ragazza, sulla comparsa di una minaccia molto vivida e realistica, sui dubbi di un giovane innamorato a cui sembra di avere il peso del mondo sulle spalle e sulla difficoltà di prendere decisioni.
Il terzo capitolo (Fortezza) vede la coppia costruirsi la casa dei propri sogni, la realizzazione dei sogni lavorativi di entrambi… Insomma, il classico “sogno americano”, che viene interrotto da una notizia inattesa che sconvolge ancora una volta i piani di quest’uomo.
Infine, nel quarto capitolo (Domani), lo ritroviamo anziano, con i suoi poteri affievoliti, a fare i conti con la vecchiaia e, soprattutto, con la propria mortalità.
La potenza narrativa dell’opera è straordinaria: non sono tanto gli eventi ad emozionare, quanto l’incredibile capacità di Busiek di trasmettere al lettore le emozioni provate dal suo eroe prova. Una grande metafora di quel meraviglioso viaggio che è la vita umana, che ci insegna che tutti abbiamo “davvero” enormi poteri, che non è necessario saper volare o sparare raggi laser dagli occhi per essere davvero “super”. Una graphic novel in grado di parlare diritta al cuore dei lettori, che esula da praticamente tutte le altre opere uscite su questi personaggi. Il tutto è impreziosito dagli splendidi dipinti di Immonen, che riesce a reinventarsi ancora una volta, adottando uno stile che si sposa alla perfezione con il registro narrativo.
Altro punto di forza sono i personaggi: anche quelli secondari sono ricchi di sfaccettature e regalano al fumetto un senso di realismo fuori dall’ordinario. Un volume prezioso, ricco di simboli e significati, da leggere più e più volte per coglierli tutti. In fondo, è il diario della vita di ognuno di noi, che diventiamo eroi sempre un po’ di più, affrontando imprevisti e avversità. Una delle più belle graphic novel che mi sia mai capitato di leggere. Consigliato assolutamente.

(Mattia Caruso)