Con data di copertina luglio 2012, in edicola è uscito il nr. 22 della quarta stagione di John Doe, l’eroe creato da Lorenzo Bartoli e Roberto Recchioni, con Massimo Carnevale autore grafico. Numero 22 di questa serie ma in raltà centesimo albo dedicato al personaggio che – con questa novantanovesima peculiare storia – proprio qui chiude i battenti: “E con questo numero abbiamo finito” scrivono gli autori sulla terza di copertina dell’albo. “Qui si conclude la lunga avventura editoriale del nostro personaggio, dopo cento albi e novantanove storie. Una conclusione voluta, prevista e programmata, sin da quando abbiamo creato il personaggio del ragazzo d’oro. (…) Novantanove storie. Novantanove passi. Novantanove viaggi che ne hanno composto uno solo, lunghissimo e (almeno per noi) entusiasmante. John Doe è finito”.

Un numero particolare, dicevamo: già dalla copertina. Opera (come sempre in questa serie) di Davide De Cubellis, presenta il buon John in… mutande, ma circondato dagli svariati capi di vestiario che ha utilizzato durante la sua saga: il lettore può teoricamente ritagliarli e vestire il suo eroe come meglio crede. Poi l’albo: per realizzarlo – sui testi di Bartoli e Recchioni – è stata “utilizzata” una squadra di ben 14 disegnatori, tutti già all’opera su queste pagine: Massimo Carnevale, Luca Genovese, Emiliano Mammucari, Elisabetta Barletta, Alessio Fortunato, Walter Venturi, Riccardo Burchielli, Davide Gianfelice, Matteo Cremona, Riccardo Torti, Giorgio Pontrelli, Werther Dell’Edera, Massimo Dell’Oglio e Andrea Accardi, e il lettore ha la possibilità di essere lui stesso il quindicesimo della squadra illustrando le quattro pagine lasciate appositamente “vuote”.
La trama dell’albo ripercorre i momenti salienti della “vita” di John, che finisce poi con l’incontrare i suoi stessi autori e il suo pubblico… direttamente in una fiera del fumetto. Ed è così che scopre che erano in realtà le “alte sfere” che hanno dominato tutta la sua vita…

John Doe nr. 22, Addio. E grazie di niente, Editoriale Aurea, luglio 2012, euro 3,00

(Domenico Marinelli)