In edicola il nuovo albo della serie Romanzi a fumetti della Sergio Bonelli Editore (nr. 7, “Darwin”, 290 pagine euro 9,50), opera di Paola Barbato e Luigi Piccatto. Paola sa scrivere molto bene e lo ha dimostrato spesso, regalandoci alcune memorabili storie per Dylan Dog, ma anche splendidi romanzi come Mani nude, Bilico o, nell’ambito della stessa serie dei Romanzi a fumetti, un capolavoro come Sighma (uscito nel 2008). Senza dimenticare il web-fumetto Davvero di recente pubblicazione su web (ne parliamo sul numero 3 di Sbam! Comics, scaricabile qui). Questa sua nuova opera, dicevamo, si intitola Darwin e narra di una apocalittica pioggia di meteoriti (forse causata da un’esplosione lunare) e di come un gruppo di sopravvissuti si organizza per poter continuare a vivere in una terra ormai divenuta inospitale.

In questo scenario, ecco Darwin alla disperata ricerca della sua ragazza che pare scomparsa. Il soggetto, forse, è un po’ scontato, ma la Barbato lo sceneggia con grande sapienza tanto da riuscire a tenermi incollato all’albo dalla prima all’ultima pagina. C’è però una perplessità di fondo… Ripeto, Paola è bravissima a scrivere, ma questa volta oltre ad uscire più volte dalla classica gabbia bonelliana, decide di lasciare un finale aperto: come se Darwin dovesse diventare il protagonista di altri futuri romanzi… ed ecco il punto: lasciare il lettore con il dubbio di aver letto una storia non finita lascia un po’ di amaro in bocca, soprattutto in una collana di storie one shot autoconclusive. Darwin avrebbe probabilmente potuto essere un’ottima miniserie visto che il finale della storia lascia molti dubbi, troppe sottotrame aperte.
Nulla da dire infine sugli splendidi disegni di Luigi Piccatto, che coinvolgono e trasmettono tutto il pathos e la suspence della vicenda.

(Daniele “Tarlo” Tarlazzi)

 

Post correlati