Hipo – Grelin – Mr Choubi, Vita di Merda: Sex & Job, 96 pp, Dentiblù 2012, euro 10,00

Direttamente dal celeberrimo sito francese Vie de Merde (vedi), ecco la trasposizione a fumetti degli episodi più divertenti. Per chi non lo sapesse, parliamo di un sito nato alcuni fa da un’idea del giovanissimo Maxime Valette: un blog in cui raccontare aneddoti, gaffe o qualsiasi episodio potesse risultare ironicamente divertente, di quelli che possono capitare a chiunque. Dal 2009 il sito è letteralmente “esploso”, arrivando a numeri di contatti altissimi, tanto da aprire “filiali” in altre lingue in vari Paesi europei e  da suscitare ovviamente decine di imitazioni.
Dagli aneddoti più divertenti nascono queste rapidissime strisce (talvolta addirittura a vignetta singola), realizzate e pubblicate in Francia sotto la supervisione di uno staff editoriale di cui fa parte lo stesso Valette. In Italia, Dentiblù propone oggi questa selezione di episodi.
Il primo blocco, Sex: le prime volte, è opera di Hipo (testi) e Grelin (disegni e colori): Oggi è la prima volta che mi vede nuda (peccato così gli ricordi mia sorella!), Oggi la mia ragazza mi ha ringraziato per la prima volta (sì, ma come e perché?), Oggi ho programmato tutto nel dettaglio (cioè, ho portato davvero tutto il necessario?) sono alcune delle situazioni in cui i protagonisti – normalmente una coppietta – si viene a trovare. Naturalmente non tutte sono azzeccatissime, ma l’insieme è molto divertente, anche grazie ai disegni e ai colori di un gradevole tratto manga.
Molto diverso lo stile del secondo blocco, sia nei disegni – molto “più francesi” o comunque tipici delle strip all’occidentale – che nelle situazioni, stavolta a tema Al lavoro! (testi e disegni di Mr Choubi). Ed ecco l’impiegato che si fa bello con i colleghi o quello che va a sbattere contro il suo capo, l’installatore che viene braccato dal mostruoso cane da guardia, la stagista troppo invadente, l’infermiere che non sa fare le iniezioni e via “gaffeggiando”.
La prova provata che è la realtà la miglior fonte di umorismo che si possa trovare. E anche un bell’esempio di ritorno in auge della strip umoristica, genere che sembrava ormai tramontato.

(Domenico Marinelli • 01/06/2012)