Un numero di Topolino – questo 2945, data di cover 8 maggio 2012 – che rimarrà nella storia della testata! Perchè questo Dracula è veramente un capolavoro!
Testi di Bruno Enna, disegni di Fabio Celoni, colori di Mirka Andolfo con lo stesso Celoni, è un fumetto che rientra a buon diritto nella ormai sterminata categoria delle grandi parodie con i personaggi disneyani. Quelle parodie che dall’Inferno di Topolino, passando per i Promessi Sposi, i grandi poemi medioevali, i vari don Chisciotte, Guerra e Pace, Robin Hood, Sandokan, e chi ne ha più ne metta, approdano oggi a Dracula di Bram Topker.
Il colpo d’occhio sulle pagine è spettacolare: il disegno, moderno ma assolutamente in linea con la classicità disneyana, è arricchito dal colore che, con ottime sfumature dal grigio al viola, riesce a creare perfettamente l’atmosfera cupa della nebbia transilvana (anzi, della Transilbarbabietolania).

La storia: Topolino veste i panni di Jonathan Harker, divenendo Jonathan Ratker, e giunge allo spettrale castello di Dracula-Macchia Nera, per conto del quale dovrà occuparsi dell’acquisto di alcuni terreni nella regione del Cartadafax. Lascia così a casa la dolce e trepidante Minnina Murray (ovvero, ovviamente, Minnie nei panni di Mina Murray). La parte più strettamente comica è affidata a Clarabella, anzi Clara-Lucilla Westerna, grande amica di Minnina e prima vittima di Dracula che – come Lucy Westerna nel romanzo di Stoker  viene vampirizzata  – viene qui trasformata in… barbabietola (perché proprio questo è il terribile potere di questo Dracula)! Ma per fortuna c’è Pippo (Habram) Van Helsing pronto a intervenire.
Come si dice in questi casi, il seguito alla prossima puntata, ma la lettura della prima è già più che sufficiente a dare l’idea dello spessore dell’opera, di cui aspettiamo presto la sicura edizione in volume.
La direttrice del settimanale, Valentina De Poli, non nasconde la soddisfazione nel suo editoriale: “Da più di un anno attendevo questo momento e me lo immaginavo proprio così” scrive, “annunciato da una copertina bellissima e dark“.

A completare l’albo, tra le altre anche una storia che è quanto mai adatta al momento attuale che vive il nostro Paese: il professor Pico De Paperis spiega ai giovani lettori i problemi della… burocrazia (testi di Marco Bosco, disegni di Fabio Boschet)!

(Antonio Marangi)

Salva