Un nuovo particolare supereroe, figlio di un’operazione dai molteplici livelli di lettura.

Lo rivela Comicsbeat.com: nell’ambito del Catalyst Prime, il neonato universo narrativo supereroico  della casa editrice Usa Lion Forge Comics, sta infatti per fare il suo esordio Cosmosis, il primo supereroe di sempre affetto dalla sindrome di Down.

Un po’ come è capitato nell’universo Marvel, dove le nebbie terrigene hanno donato superpoteri a chiunque avesse un dna con geni inumani (ome ben sanno i marvelliani che hanno letto Secret Wars), in casa Lion Forge è stata una pioggia di meteoriti ad avere un effetto analogo, rendendo “super” un bel po’ di gente e originando così l’universo di Catalyst Prime.
Tra i “fortunati estratti”, ci sarà anche il giovanissimo Jonah Watkins che, a dispetto della sua particolare condizione, diventerà Cosmosis, un telepate telecineta super-forte (mica male…). Insieme all’amica di sempre Kayla Tate – a sua volta potenziata come Amina – avrà subito la sua occasione d’azione contro i biechi scienziati della Foresight Corporation…

Tutto questo da luglio 2017 nella serie Superb, una delle novità (insieme ad Accell e Noble) lanciate da Lion Forge, affidata alla penna di David Walker e Sheena C. Howard (che si sono avvalsi della fondamentale consulenza della National Down Syndrome Society, vista la delicatezza del tema),  con le matite di Ray-Anthony Height , le chine di Le Beau Underwood e i colori di Veronica Gandini.

(Domenico Marinelli)

Salva

Post correlati