Mentre Il Giorno dei ragazzi affascinava settimanalmente un vasto pubblico di bambini, ragazzi e adulti, un “Disney” italiano rivoluzionava il nostro cinema d’animazione: Bruno Bozzetto.
Nel 1965 – lo stesso anno in cui nascevano la rivista Linus e il Salone internazionale dei Comics, come dire un anno epocale di grande svolta per la cultura dell’immagine – portava infatti nelle sale nientemeno che un primo lungometraggio, West and Soda, straordinaria, divertente e sottile parodia del “western all’italiana” (indimenticabile la sequenza del duello!). E nel 1968 Bozzetto replicava l’impresa con Vip – mio fratello superuomo, satira esilarante che non risparmiava la società dei consumi, la pubblicità, le piccole e grandi ipocrisie e soprattutto lo stesso supereroismo, nell’anno della contestazione globale.
Imprese coraggiose, che richiedevano molto lavoro da parte dello Studio Bozzetto senza troppa speranza di essere ripagati dagli incassi delle sale italiane. Questi film lungometraggi erano comunque una bella sfida artistica e belle avventure da tentare, e Bozzetto e gli altri eroi hanno meritato così di entrare nella Storia del cinema e nel nostro immaginario.

Il Giorno dei ragazzi chiese dunque a Bruno Bozzetto una riduzione a fumetti dei due film, o perlomeno delle storie con gli stessi personaggi, e l’autore-imprenditore accettò di buon grado. Le pagine prodotte dal suo Studio apparvero dunque negli ultimi anni del mitico “supplemento gratuito del giovedì” (e sull’inserto di enigmistica Il Giorno giochi quiz, dopo la chiusura della testata), brevi storie con gli stessi protagonisti delle due pellicole. Insieme a Bozzetto lavorarono per quei fumetti vari membri del suo staff, compreso il bravo Giuseppe Maurizio Laganà, a cui WOW Spazio Fumetto ha dedicato una mostra poco più di un anno fa, a poche settimane dalla scomparsa.

Sabato 13 maggio, alle ore 16.00, Bruno Bozzetto sarà al museo Wow Spazio Fumetto (viale Campania 12, Milano) per un incontro, a ingresso libero, dove racconterà dei due film e di queste pagine disegnate per Il Giorno dei ragazzi. Un tuffo nel passato che si annuncia di pura emozione.

In esposizione si trova anche la statuetta realizzata a tiratura limitata da Alessandro Zecca per West and Soda e, in anteprima assoluta, il prototipo e il primo esemplare della sua nuova creazione, la statuetta con Minivip e Supervip.

Post correlati