Gale – Barber – Burnham, Ritorno al Futuro: storie mai narrate e linee temporali alternative, 120 pp. a colori, Edizioni ItalyComics 2016, € 13,90

Grande Giove! Doc e Marty sono pronti a tornare nel futuro… o meglio, nel presente!
Occhio, non si tratta di un remake o sequel delle pellicole originali. Stavolta il mondo di Ritorno al Futuro continua (e continuerà) attraverso la Nona Arte, con una serie di graphic novel ideate da Bob Gale, co-autore (assieme al regista Robert Zemeckis) della fortunata trilogia.

Realizzati negli Usa da IDW, in Italia, al momento, ItalyComics ha pubblicato i primi due volumi (Storie mai narrate e linee temporali alternative il primo, Paradosso Continuum il successivo) mentre un terzo, Citizen Brown, uscirà tra pochi giorni, il 12 maggio.
Si tratta di storie che espandono l’universo delle pellicole: la prima si basa essenzialmente sui buchi narrativi dell’arco narrativo filmico, mentre Paradosso Continuum è un vero e proprio sequel a fumetti ed è ambientato dopo i fatti raccontati in Parte 3.
In sostanza anche Ritorno al Futuro ha subìto un’espansione narrativa, figlia di quella transmedia storytelling di cui parlavamo nell’articolo relativo alle derivazioni fumettistiche dei cult televisivi.

Dunque, per colmare alcuni gap e per soddisfare i fan curiosi e attivi dei giorni nostri, è stato chiamato Bob Gale, il mastermind dell’epopea spaziale di Doc e Marty, coadiuvato da Erik Burnham e John Barber. Nella prefazione del primo volume, lo stesso Gale conferma che i fan non voglio seguiti o rifacimenti di RAF, ma apprezzano le “storie alternative” che viaggiano in parallelo al canone filmico rispettandone lo spirito e riproponendo topos e cliché narrativi già noti, con storie mai narrate e linee temporali alternative.

Questo primo volume utilizza una narrazione a flashback: ambientato nel presente diegetico (ovvero nella linea temporale in cui vive mentre racconta la storia al passato), è Doc Brown a raccontare ai suoi due figli le avventure che gli sono capitate prima di sposarsi con Clara, creando le cinque storie brevi autoconclusive che lo compongono, non sequenziali e leggibili separatamente.

Ai – davvero non eccellenti – pennelli, troviamo un bel gruppo di autori, che comprende Corin HowellMarcelo FerreiraBrent SchoonoverDan SchoeningChris MaddenOmar Francia.

Una lettura leggera, per appassionati e da non prendere troppo sul serio dagli eventuali puristi, contrari a operazioni di queste genere, molto commerciali e magari fatte con le idee scartate durante la sceneggiatura dei film: tutto vero, probabilmente, ma ciò non sminuisce la voglia di andare a fondo nella mitologia di RAF. A fine lettura, vi verrà voglia di rivedere anche le pellicole.

(Daniele Marazzani)

Post correlati