Thor donna, Hulk giovane, Wolverine ragazzina, la nuova Iron Man, Uomini Ragno alternativi, Capitan America raddoppiati e chi più ne ha più ne metta. La storia recente di Casa Marvel pare divertirsi un mondo a scarabattolare quelli che da sempre sono i suoi eroi-pilastro.

Ma forse la tendenza sta per cambiare, se non addirittura per invertirsi.
Dopo aver recentemente parlato di un freno ai maxi-eventi che da anni si susseguono uno via l’altro (si parlava di una pausa di un anno e mezzo almeno, non proprio secoli, dunque…), durante il panel della Casa delle Idee al Chicago Comic & Entertainment Expo, Joe Quesada ha annunciato al mondo l’uscita di Legacy nr. 1, albo speciale di una cinquantina di pagine e copertina quadrupla.
Con i testi di Jason Aaron e i disegni di Esad Ribic, l’albo segnerà l’avvio del nuovo ennesimo corso dell’Universo Marvel.

Tutto questo capiterà dopo Secret Empire e il successivo Generations, la serie di 10 numeri (previsti tra giugno e settembre prossimi) che metterà a diretto confronto eroi vecchi e nuovi: Wolverine con X-23, i due Thor (il classico figlio di Odino e la sua controparte femminile), i due Capitan America (Steve Rogers e Sam Wilson), i due Hulk (Bruce Banner e Amadeus Cho), Iron Man e Ironheart, Capitan Marvel e Miss Marvel

Poi, con questo primo albo di Legacy, rivedremo finalmente storie centrate sugli eroi classici (stavamo per scrivere “veri”) della Marvel: il logo Legacy andrà ad ornare progressivamente le varie testate, che (udite udite!) riprenderanno la numerazione originale.

Attenzione: tutto questo non cancellerà le nuove leve. Vedremo dunque fianco a fianco eroi giovani e “vecchi”. La Marvel pare quindi non voler scontentare nessuno: nè i giovani lettori, che arrivano ai comics dopo aver visto i film, né quelli più attempati, che ricordano con nostalgia il Peter Parker col microscopio, Donald Blake e il suo bastone, Cap con lo scudo rotondo…

Staremo a vedere…

(Domenico Marinelli)

Salva

Post correlati