Iron Fist, quarta serie Marvel/Netflix dopo Jessica Jones, Daredevil e Luke Cage, è disponibile dal 17 marzo 2017 sulla piattaforma streaming Netflix. Si completa così il quartetto di serie della divisione tv della Marvel che ci porterà al maxi crossover The Defenders: vedremo insieme tutti e quattro i supereroi verso la fine del 2017, chiudendo il cerchio della Fase 1 televisiva della Casa delle Idee.

Protagonista di Iron Fist è Danny Rand, supereroe urbano, non tra i più celebri del cosmo marvelliano, ma assolutamente da riscoprire. Come nei casi precedenti, anche questa serie è composta dai 13 episodi che racconteranno le sue origini, in uno scenario legato anche in questo caso alla New York più oscura. La prima stagione si collega direttamente alla seconda di Daredevil, con il ritorno della spietata setta degli assassini della Mano.
Come sempre, dunque, la Marvel ragiona per universi mediali, e i vari incroci tra le serie non sorprendono più: già in Jessica Jones compariva Luke Cage, in veste di co-protagonista, e in tutte e quattro le serie compare, a mo’ di collante, la dottoressa Claire Temple (Rosario Dawson).

Ma per chi non lo sapesse: chi è Iron Fist?
Daniel Thomas Rand è figlio del magnate Wendell Rand, quindi un ricco rampollo cresciuto nella bambagia. Per una serie di sfortunati eventi, verrà allevato dai monaci guerrieri della misteriosa città di K’un-L’un. Grazie al suo impegno e alle sue capacità nelle arti marziali, Danny riuscirà ben presto a concentrare tutta la sua energia nel pugno, diventando così un paladino mascherato con il nome di Iron Fist. Terminato il periodo di addestramento, rientrerà a New York per prendere le redini dell’azienda di famiglia, grazie all’aiuto legale di Jeryn Hogarth. Quest’ultima figura è già comparsa sia in Jessica Jones che in Daredevil, ma è qui che acquisterà un ruolo centrale come “braccio destro” del protagonista.

Come ogni altro personaggio della Marvel, anche Iron Fist è figlio della cultura e delle mode che si respiravano negli Usa all’epoca della sua comparsa, in questo caso gli anni Sessanta e Settanta. Se Luke Cage è nato dalla Blaxploitation, Danny Rand si inserisce nel filone mistico e del kung-fu, grazie al successo dei film di arti marziali e all’ascesa dell’astro Bruce Lee. La sua prima apparizione (in Italia come Pugno d’Acciaio) è del 1974, con Roy Thomas (testi) e Gil Kane (disegni), e si afferma appunto negli anni in cui l’Oriente (il Nepal in particolare) e le arti marziali erano viste come leggendarie e piene di miti ancestrali e affascinanti.

Iron Fist sarà in grado di entrare nel cuore dei telespettatori cosi come hanno fatto le serie precedenti? Torneremo a parlarne.

(Daniele Marazzani)

Post correlati