La Notte degli Oscar è appena passata, col suo abituale carico di polemiche e/o approvazioni, gaffe, lustrini e paillettes.
Ma questa volta Hollywood è protagonista anche di un ambito nuovo, visto che si occupa di turbare i sonni di un certo Dampyr di nostra conoscenza. Proprio così: il numero della collana vampiresca di Casa Bonelli in uscita il prossimo 3 marzo (nr. 204, Bloodywood, 94 pp in b/n, € 3,20) vede infatti il ritorno di un Maestro della Notte già apprezzato dai lettori anni fa, Alexis Musuraka.

Un vampiro dalla peculiare passione per il cinema, tanto da trattare chirurgicamente i non-morti al suo servizio per dar loro le fattezze delle vecchie star del grande cinema americano. Così, Harlan, Kurjak e Tesla si troveranno a dover affrontare… Charlie Chaplin, Humphrey Bogart, Lauren Bacall, Stanlio e Ollio, Rodolfo Valentino e molti altri, quando incauti cercatori di antichi tesori di celluloide li salveranno dalla loro prigionia. Ma chissà se c’è davvero Musuraka tra tutti questi “artisti”, le persone misteriosamente scomparse e quel torbido giro di orrendi snuff movie

Giorgio Giusfredi ci restituisce un Dampyr dal sapore classico, dopo i fasti della grande saga del duecentesimo numero, accompagnato con maestria dai pennelli di un ottimo Michele Cropera.
E tutto questo, proprio mentre la Bonelli riprone in volume la prima apparizione di Alexis Musuraka – con quelle di altri suoi degni “colleghi” – su I Maestri della Notte, in libreria dallo scorso 22 febbraio (496 pp in b/n, € 15,00).

(Domenico Marinelli)

Salva