Marcello Toninelli, Strip Wars, Guitti Stellari: La Sfiga Nera (colori di Jacopo Toninelli), Dada Editore 2017

In anteprima a Cartoomics 2017, per i tipi della Dada Editore, arriva l’edizione a colori della saga stellare di Marcello Toninelli: Strip Wars, Guitti Stellari: La Sfiga Nera.

Nel momento più caldo della produzione cinematografica di questa seconda era dedicata alla saga di fantascienza più famosa al mondo, questo volume ne sottolinea quella parte capace di prestare il fianco a deliziose scene umoristiche, senza mai tradire la filosofia del prodotto originale. Anche i suoi personaggi, rivisitati amabilmente dall’Autore, rispecchiano in qualche modo alcune peculiari caratteristiche di quelli originali, o ne sconvolgono volutamente e profondamente quelle caratteriali. L’umorismo è assicurato, con sempre sottile e raffinato humour.

Recita la presentazione del libro nella prima bandella introduttiva scritta dall’autore: «Se avete visto sette volte al cinema, in tivù e su dvd tutti i film di Guerre Stellari, se vi siete sciroppati ogni riduzione a fumetti fin qui realizzata, se avete gli armadi pieni di collectors card ispirate alla saga lucasiana, se le vostre mensole debordano di action figure in vetroresina dei protagonisti di Star Wars, se la vostra XBox si è fusa a forza di far andare i videogiochi dei cavalieri Jedi e credete di sapere tutto sulla vostra serie preferita, beh, preparatevi a subire un brutto colpo: le cose non sono andate come vi hanno fatto credere! Se volete scoprire cosa è davvero successo lassù tra le stelle, vi conviene dare un’occhiata a questo nuovo, travolgente, scompiscioso, irresistibile parto fumettistico di Marcello».

Incontrate quella fascistella della principessa Leia Leia Alalà! Seguirete le peripezie di quel tontolone arrapato di Luca Ciaivoglia! Fatevi un viaggio con quel fricchettone di Ci-Ai-Uno-Spinotto! Rifiutatevi di prendere un opuscolo da Ompi Kwan Torompi! Sentitevi alti accanto a quel nanerottolo bilioso di Tapp Fetent!

E che la Farsa sia con voi!

(comunicato dell’Editore)

Salva