rugbymen_1_coverCome tutti i grandi temi popolari, anche lo sport è un mondo cui il Fumetto ha da sempre guardato per attenzione.
È il caso, ad esempio, di Les Rugbymen, serie umoristica francese edita dal 2005 dalla Casa editrice Bamboo (il quinto gruppo editoriale d’Oltralpe), a firma BeKa & Poupard. Sotto il primo pseudonimo si celano i due autori dei testi, Caroline Roque e Bertrand Escaich, coppia nella vita oltre che sul lavoro, mentre Alexandre Mermin, in arte Poupard, si occupa dei disegni: il risultato è questa collana che nell’originale è giunta al dodicesimo volume in altrettanti anni di pubblicazione, raggiungendo i due milioni di copie vendute!

Da sabato 4 febbraio (una data non scelta a caso, visto che è quella della prima giornata del Torneo del Sei Nazioni 2017 di Rugby), troveremo Les Rugbymen nelle edicole del Belpaese, in abbinamento a Corriere dello Sport e Tuttosport: ognuno dei dodici albi, che ci permetteranno di leggere l’intera saga uscita finora in Francia, sarà di 64 pagine a colori, proponendo oltre alla storia a fumetti anche approfondimenti vari, sia fumettistici che sportivi, avrà cadenza settimanale e costerà € 5,99 cad. (oltre al prezzo del quotidiano, come da formula di rito).

Grazie al lavoro della Compagnia del Fumetto e di Excalibur, possiamo dunque leggere finalmente anche nella lingua di Dante le strampalate vicende della squadra di rugby di Paillar, una cittadina immaginaria piazzata da qualche parte nel sud francese, «dove tutto, ma proprio tutto, ruota attorno al rugby, tanto che anche le rotatorie stradali… sono ovali!», spiega l’editoriale del primo albo: i giocatori rappresentano a meraviglia tutti i luoghi comuni collegati ai vari ruoli del rugby, e le situazioni dipinte da Poupard sono proprio quelle che si possono vedere spesso in partita (ma anche fuori dal campo). State comunque tranquilli: anche chi non segue abitualmente la palla ovale potrà benissimo calarsi tra le tavole di Les Rugbymen senza problemi.
Perché «non sono certo gli scontri, le botte, i cazzotti e le randellate della squadra avversaria a fermare i giocatori del PAC. Al contrario, sono persuasi che le ragazze impazziscano per le orecchie maciullate o gli occhi neri… Fulminato, Cotechino, l’Anestesista, Tonsilla e Spaccone ci trascineranno nel vivo del campo, delle mischie, degli spogliatoi… Ci faranno scoprire l’affascinante mondo delle tifoserie e tutti i segreti del terzo tempo…».

Ecco il piano dell’opera.

tuttosport_rugbyman_sbam1. La grande famiglia del Sei Nazioni – 4 febbraio 2017
2. Finalmente in campo – 11 febbraio
3. Se non vinciamo… perdiamo – 18 febbraio
4. Non siamo venuti qui a pettinare le bambole – 25 febbraio
5. Domenica prossima si gioca di sabato! – 4 marzo
6. Vinceremo… prima o poi – 11 marzo
7. Si parte in quarta e poi si accelera – 18 marzo
8. Il risultato non conta. Conta vincere! – 25 marzo
9. Hanno 15 gambe e 15 braccia come noi – 1 aprile
10. Il sapore della vittoria – 8 aprile
11. Insieme siamo una potenza – 15 aprile
12. Verso la meta! – 22 aprile

BeKa è un nome in codice, l’alchimia che nasce dall’incontro di due spiriti creativi: Caroline Roque e Bertrand Escaich. Coppia nella creatività e nella vita, lavorano insieme ormai da quasi 15 anni. Prima di creare Les Rugbymen hanno collaborato a serie già esistenti, di grande successo. Bertrand e Caroline sono anche gli autori del Manuale delle regole del Rugby a fumetti pubblicato in appendice al fumetto nell’edizione italiana e realizzato con il supporto del giudice internazionale Joel Jutge.

Alexandre Mermin, in arte Poupard, è un disegnatore di gran classe, a suo agio tanto con le storie realistiche quanto con quelle umoristiche. I suoi primi lavori risalgono al 1989, quando realizza una serie di vignette per alcune testate locali. Dopo vari premi e riconoscimenti, approda a Les Rugbymen. Usa lo pseudonimo di Poupard in riferimento a Franck Poupard, personaggio del film di Alain Corneau Série noire, interpretato da Patrick Dewaere.