Il Grande Fiume Lento e altre storie: la ricerca, l’arte, la dedizione di un narratore per immagini – dal 4 febbraio al 5 marzo 2017 – Santa Maria della Pietà, Cremona – Orari: mar-ben 10.00-12.30/15.30-18.00; sab-dom 10.00-13.00/14.30-18.30 (chiuso lunedì) – Ingresso libero – Inaugurazione: 4 febbraio 2017, ore 17.30

balera-sanna-cfapazCremona propone la mostra Il grande fiume lento e altre storie, evento espositivo dedicato ad Alessandro Sanna, autore sempre più di spicco del panorama artistico contemporaneo. L’iniziativa rientra nel programma Cultura Cremona 2017 e si svolge a cura del Centro Fumetto Andrea Pazienza, in Santa Maria della Pietà dal 4 febbraio al 5 marzo 2017, con ingresso libero, in stretta collaborazione con il Comune di Cremona. La mostra presenta alcuni dei momenti salienti del percorso artistico dell’autore. Ricerca, arte e dedizione saranno le parole chiave per esplorare alcuni dei suoi lavori più interessanti.
Sanna è un raffinato narratore per immagini, poco più che quarantenne, abilissimo nel muoversi tra illustrazione e fumetto, utilizzando le tecniche e gli stili più diversi senza rinunciare ad un certo rigore estetico nel creare forme caratterizzate da immediatezza percettiva. Sono ormai decine le sue pubblicazioni, alcune delle quali edite anche all’estero, e numerose sono state le mostre personali a lui dedicate. I suoi libri hanno anche ispirato spettacoli musicali e performativi.

L’allestimento a cura del Centro Pazienza avrà anche come focus tematico il fiume Po, al quale l’artista, oggi residente nel mantovano, ha dedicato Fiume lento, una delle sue opere più belle e poetiche, interamente realizzata ad acquarello. Lo sguardo sull’attività dell’autore sarà quindi ampio. Infatti saranno esposti anche altri capolavori provenienti da lavori di successo come quelli dedicati a Pinocchio e Moby Dick, oppure il suggestivo Il Bosco di cui Nuages ha appena curato una riedizione in volume. O, ancora, Balera, dove troviamo il fascino popolare del ballo e i gesti tipici del corteggiamento, con tanto di lieto fine… Di ogni opera sono esposti i disegni originali e alcune riproduzioni, che ne rivelano la personalità eclettica, sempre alla ricerca di nuove opportunità di sperimentazione.

Il tema del fiume ha inoltre una sua specifica caratterizzazione in termini di valorizzazione del nostro territorio. Saranno infatti allestiti alcuni pannelli informativi in collaborazione con il Museo della Civiltà Contadina, il Museo di Storia Naturale e il progetto del Contratto di Fiume che, oltre al Comune di Cremona, coinvolge anche il Comune di Piacenza, la Provincia di Lodi e altri enti locali rivieraschi.
L’evento si svolge nell’ambito del percorso Fumetto Lab, curato dal Centro Fumetto Andrea Pazienza, con l’obiettivo di mettere a confronto il fumetto professionale con quello emergente. Per questo saranno esposte opere di fumettisti locali. L’iniziativa fa parte del programma Cultura a Cremona 2017 in collaborazione con il Comune di Cremona e il Settore museale, rientra anche nel circuito di Garda Musei, conta sul patrocinio della Rete Bibliotecaria Cremonese e di Tapirulan, e si inserisce tra gli appuntamenti preparatori dell’edizione 2017 del Porte Aperte Festival.
Sono previsti dei laboratori che permetteranno di sperimentare diverse tecniche artistiche, in sintonia con l’energia creatrice e curiosa di Sanna.

BIOGRAFIA BREVE
Alessandro Sanna nasce nel 1975, vive e lavora in provincia di Mantova. Dopo un’infanzia carente di libri, spinto da una grande curiosità verso questo oggetto / mezzo, ha cominciato a crearne non smettendo più. Ha illustrato libri di scrittori quali Calvino, Rodari e Grossman e ne ha realizzati numerosi in autonomia spaziando tra fumetti, silent book, biografie, libri per l’infanzia e tanto altro. Grande sperimentatore, utilizza svariate tecniche e stili, accomunandoli però dalla velocità e facilità del tratto Insegnante presso l’Accademia di belle arti di Bologna, i suoi libri illustrati sono stati tradotti e pubblicati tutto il mondo. La sua opera gli è valsa ben tre premi Andersen: nel 2006 per Hai mai visto Mondrian?, nel 2009 nella categoria ‘migliore illustratore’ e, nel 2014, per Fiume lento.

(comunicato dell’organizzazione)

Post correlati