piccinelli-cover-zagor-zenith-666Il mistero è alfine svelato: dal giorno della scomparsa del grande Gallieno Ferri, creatore grafico di Zagor e storico copertinista della sua intera saga, tutti gli aficionados dello Spirito con la Scure si sono chiesti chi ne avrebbe raccolto la pesantissima eredità sulle stesse cover.
Finora, il riserbo è stato strettissimo, e Bonelli aveva annunciato che il fatidico nome sarebbe uscito con il prossimo numero del Giornale di Sergio Bonelli (foglio informativo digitale della Casa di via Buonarroti), previsto per il prossimo 31 agosto.

Alla fine invece – forse perché qualche (inutile e inopportuno) spiffero di troppo è trapelato – il sito Bonelli ha già ufficializzato la notizia: il nuovo copertinista di Zagor è… rullo di tamburi (di Darkwood)… Alessandro Piccinelli.

piccinelli-cover-zagor-zenith-666-prova«Nato il 3 aprile 1975 a Como», spiega lo stesso sito, «Alessandro Piccinelli, nel 1995, consegue il diploma di disegnatore per tessuti presso l’istituto tecnico Setificio di Como. Nello stesso anno inizia a frequentare il corso di specializzazione presso la Scuola del Fumetto di Milano che terminerà nel 1999. Dal 1997 al 2000 collabora come illustratore per il Corriere di Como. Nel 2000 inizia a presentarsi come autore completo sulla rivista M.A.R.E., per la quale realizza le copertine dei primi due numeri e le storie a fumetti dei primi sette. Nel 2001 collabora con la Meroni Editore come illustratore, con più di 300 disegni a scopo didattico. Dopo aver realizzato illustrazioni per mostre monotematiche, fiere e stand, sempre nel 2001 avviene il suo approdo in casa Mediacomics per la realizzazione del quarto episodio della prima storia di Armadel, fumetto fruibile attraverso Internet. Successivamente a questa esperienza, realizza prove per Zagor ed entra a far parte dello staff dello Spirito con la Scure, esordendo con la quadrupla avventura Huron!, pubblicata a partire da maggio 2006. Dopo aver disegnato Zagor, passa in pianta stabile tra i disegnatori di Tex. Nel 2016 viene scelto come erede di Gallieno Ferri al timone delle copertine zagoriane e il suo debutto avviene con Zenith 666, in edicola dall’1 ottobre».

Dalla Sbam-redazione e da tutti gli zagoriani, un grande in bocca al lupo ad Alessandro.

Post correlati