Rick Remender – Greg Tocchini, Low volume 1: Il delirio della speranza, collana Star Comics Presenta nr. 13, 176 pp a colori, brossurato con alette, Star Comics 2016, € 15,00

sbam_LowAcclamatissima e attesissima, ecco anche in Italia l’ultima produzione targata Image: Low, serie firmata da Rick Remender (Captain America, Uncanny Avengers) e Greg Tocchini e presentata da Star Comics all’interno della collana da libreria Star Comics Presenta, dopo il lancio del preview gratuito lo scorso mese di maggio (nell’immagine in basso, la cover dell’albo). Questo primo volume propone i primi 6 episodi originali.

La storia è quella della famiglia Caine, che vive sul fondo dell’oceano dopo che una improvvisa espansione del sole ha reso totalmente invivibile l’atmosfera terrestre. Qui Johl e Stel Caine si dedicano alla ricerca di un nuovo territorio in cui vivere, anche perché l’aria messa in ricircolo all’interno della loro città (Salus) sta, pian piano, diventando malsana: questione di qualche anno, e dovranno dire comunque addio al loro “mondo”.

E così i due partono alla ventura per una missione esplorativa, accompagnati dalle due figlie Della e Tajo (il terzo figlio, Marik, resterà “a casa”): un viaggio simile a quello che stanno vivendo Reed e Sue Richards nel post-Secret Wars marvelliano, ma con una differenza: qualcuno di loro non tornerà a casa, perché sulla loro strada incontreranno Roln, malvagio sovrano di Poluma molto interessato alla famiglia Caine…

Queste le premesse: dobbiamo per forza fermarci qui (circa a metà del primo capitolo) perché andare oltre vuol dire entrare in spoiler-zone, perigliosissima perché i colpi di scena si susseguono senza soluzione di continuità. Solo una cosa resta immutata, e cioè il messaggio di fondo: gli eroi devono sempre provarci, costi quel che costi.

sbam_low_previewAncora una volta Remender dimostra che di fantascienza sa scrivere, e molto bene: e chi ha letto Black Science (altra avventura fantascientifica a carattere “familiare”) sa bene di cosa stiamo parlando.
La trama, per quanto basata su premesse non originalissime, è molto ben architettata, con colpi di scena a ripetizione, flashback (essenziali al racconto) e tanto approfondimento psicologico (di cui noi marvel-zombies sentiamo da tempo la mancanza leggendo le ultime idee della Casa delle medesime). Fin dal primo capitolo, il lettore riesce ad immedesimarsi nei personaggi, e proprio l’istintiva simpatia nei loro confronti fa sì che la lettura (nonostante la corposità del volume) scorra via senza necessità di pause.

Per quanto riguarda la parte grafica, il tratto di Tocchini (disegnatore e colorista) è azzeccatissimo, e la scelta della Star di mantenere il formato originale ce lo fa apprezzare al meglio: certo, qualche tavola ha bisogno di uno sguardo un po’ più approfondito (specie le scene di lotta, non sempre chiarissime) ma il livello è certamente elevato.

Restiamo in fremente attesa del prossimo volume…

(Roberto Orzetti)

 

D-Day_2_starP.S. Nella stessa collana, Star Comics sta per presentare anche il secondo volume di D-Day, la saga firmata da Jean-Pierre Pécau, Fred Duval, Wilson e Bojan Kovačević. L’albo – in formato flipbook, due storie in un solo fumetto –, sarà disponibile dal 20 luglio: 116 pp a colori, € 13,00.
Questa la sinossi: «Chi ha ucciso il Presidente?, primo “lato” del volume, è cronologicamente collocato il 5 gennaio 1965. A Washington, il Presidente appena rieletto inaugura il secondo mandato con una offensiva terrestre contro il comunista Vietnam del Nord. Hanoi cade in un bagno di sangue, mentre in America la contestazione cresce di giorno in giorno.
Con la seconda parte,
Apocalisse in Texas, siamo nell’ottobre 1962: la crisi dei missili di Cuba sfocia in una guerra nucleare, l’Unione Sovietica è annientata e gli Stati Uniti devastati. Quattro anni dopo, le uniche due potenze nucleari rimaste, Gran Bretagna e Francia, decidono di intervenire per garantire l’integrità territoriale degli ex USA, minacciati dal Messico…»

Salva

Salva

Salva

Post correlati