Rat-Man-100Di questa Torino Comics si è parlato molto anche per gli ospiti di prestigio: Leo Ortolani, in particolare, ha approfittato proprio di questa occasione per annunciare la fine di Rat-Man e svela in anteprima la volontà di creare una mini serie per Bonelli.

«Leo Ortolani è stato l’ospite d’onore della XXI edizione di Torino Comics», racconta lo stesso sito. «L’autore parmigiano di adozione ha accolto oltre 500 fan scatenati nella Sala Gialla di Lingotto Fiere, rispondendo alle domande più curiose e dando importanti anticipazioni sul futuro della sua attività. La serie Rat-Man finirà nei primi mesi del 2017: “Non voglio che un fumetto sopravviva al suo creatore. Non vorrei che ci fossero storie di Rat-Man non fatte da me, quando non ci sarò più e sarò stato cremato” ha dichiarato l’autore. Ma i fan più accaniti possono stare tranquilli, perché Leo ha in serbo molte novità. Innanzitutto il blog, Come non detto, che sta riscuotendo grande successo con le recensioni a fumetti dei film e, più di recente, dei trailer: Ortolani sta valutando se trasferire i contenuti prodotti sul web in un volume cartaceo. Ma a fine conferenza, il vero scoop: Leo ha infatti svelato al pubblico di Torino Comics la volontà di creare una miniserie per Sergio Bonelli Editore, ma non comica o umoristica: “È da tempo che mi piacerebbe fare altro. Mi sto ispirando al modello americano di Bendis e Brubaker: in 20 pagine si concentra una sceneggiatura mozzafiato, che accende il desiderio di leggere il prossimo albo. Hai 20 tavole a disposizione e ogni singola vignetta va utilizzata al meglio per il racconto. Ci vuole tecnica e bravura. È con quello che mi piacerebbe cimentarmi. Vorrei portare uno spillato all’americana nelle nostre edicole”».

Aspettiamo curiosi.