A 10 anni dalla chiusura della prima serie, torna in edicola la collana Topolino Story, che raccoglie il meglio delle storie uscite ogni anno sul settimanale dedicato al mondo Disney.
topolino_story_1980Questa seconda serie inizia a proporre il “best of” partendo dal 1980 e si andrà a comporre di 31 uscite a cadenza settimanale, in abbinamento al Corriere della Sera. La pubblicazione è partita il 24 febbraio, e il formato sarà identico al 2005: eleganti volumetti brossurati di 192 pagine (prezzo della prima uscita € 1,00, dalle successive € 6,99 l’uno) che, oltre a raccogliere alcune delle storie più significative pubblicate anno per anno su Topolino, sono corredati da succoso apparato redazionale, composto da una sezione dedicata all’amarcord (con i più importanti avvenimenti e personaggi di ogni singolo anno) e una rassegna di tutte le copertine del settimanale, con aneddoti e curiosità. Si chiuderà il prossimo 15 settembre, con l’annata 2010.

Il primo numero si è aperto con una storia firmata Guido De Martina e Massimo De VitaPaperinik e la banda dei dodici – che vede all’opera il supereroe più famoso di Paperopoli in una missione alquanto singolare: liberare dalle grinfie dei Bassotti, autori del rapimento, nientemeno che… Paperino!
A seguire alcune brevi storie provenienti da oltreoceano con protagonisti Ezechiele Lupo (personaggio ormai totalmente scomparso dalla carta stampata), Pippo, la Banda Bassotti e Paperino, che come al solito contenderà all’odiato Gastone la mano di Paperina.
In chiusura di volume (per par condicio) ci spostiamo a Topolinia, con la storia Topolino e la banda del black out (a firma di Rudy Salvagnini e Giovan Battista Carpi): una misteriosa banda effettua rapine togliendo l’energia elettrica alla città… e ovviamente, Basettoni brancola nel buio (è il caso di dirlo) più totale. Chi meglio del detective Topolino può mettersi sulle tracce dei malviventi?

Il successivo numero 2, dedicato al 1981, è in edicola dal 3 marzo, con allegato in omaggio il volume dedicato al 1979, così da raccordare questa seconda serie con quella del 2005 (che si chiuse proprio con l’annata ‘78). Slurp!

(Roberto Orzetti)