Se c’è una cosa che non si può dire di Elfquest, la saga fumettistica fantasy creata nel 1978 dai coniugi Wendy e Richard Pini, è che abbia avuto una vita editoriale tranquilla.
Partita come autoproduzione, la serie che narra le avventure di una tribù di elfi impegnata a lottare per la sopravvivenza su un pianeta caratterizzato dalla presenza di due Lune, è in seguito approdata alla Marvel, alla DC e infine alla Dark Horse, che ne detiene attualmente i diritti e che sta pubblicando negli Stati Uniti la maxiserie The Final Quest, con cui la saga dovrebbe arrivare al suo definitivo epilogo.

Elfquest_Final_QuestIn Italia, poi, la storia di Elfquest è stata addirittura più travagliata: portata al debutto da Macchia Nera nel 1997, scomparve dalle fumetterie tre anni dopo, travolta dal fallimento della casa editrice.
Una scomparsa che fino a oggi sembrava definitiva, tanto che anche i più irriducibili fan della serie si erano da tempo rassegnati a non avere più notizie di Cutter e della tribù dei Wolfriders.

E invece le notizie ci sono, e pure buone. È di questi giorni, infatti, l’annuncio da parte di 001 Edizioni, che a partire dalla primavera manderà in libreria l’edizione integrale di Elfquest, raccolta in quattro volumi deluxe destinati a fare la gioia dei collezionisti e di tutti coloro che, negli ultimi 15 anni, si sono chiesti: «Ma come continuerà questa storia?».

Post correlati