Dylan-Dog-luccaCominciano già da oggi, 18 ottobre, alcune delle mostre che arricchiranno l’edizione 2014 di Lucca Comics. Visitabili fino al 2 novembre, si tengono a Palazzo Ducale, con ingresso libero ed orario 9.00-13.00 e 15.00-19.00 (durante Lucca Comics avranno invece orario continuato).
Si passa così da The Walking Dead, il capolavoro di Robert Kirkman, a Guido Scarabottolo. Diario Piccolo, dove l’architetto e illustratore milanese è protagonista di Lucca Junior con i suoi lavori dedicati ai più piccoli. Riflessi di realtà propone invece l’opera del mangaka Hirohiko Araki, autore di Baoh, uno dei primissimi manga ad approdare in Italia. A proposito di Italia, l’dizione di quest’anno della nostra principale kermesse fumettistica non poteva dimenticarsi del quarantennale di Lupo Alberto, in mostra in Silver: Dal Pollaio alle Stelle.
Essere Rutu Modan ci racconta invece dell’opera di questa grande artista, che l’organizzazione segnala come «una delle voci più significative del graphic novel contemporaneo». Infine, Gabriele Dell’Otto, la speranza della Bellezza pone al centro il lavoro di uno dei più significativi disegnatori italiani degli ultimi anni, autore anche della locandina ufficiale di Lucca 2014.
Uscendo dall’ambito strettamente fumettistico, invece, ecco la mostra Naughty Dog, 30 anni di arte interattiva, storia visuale dei videogiochi realizzati da uno dei maggiori sviluppatori del mondo.

Icone-dedoatoMa non finisce qui: limitatamente ai giorni di Lucca Comics 2014, dal 30 ottobre al 2 novembre, infatti, a queste mostre se ne aggiungeranno molte altre: il Padiglione Fondazione Banca del Monte di Lucca sarà teatro di Icone, tre percorsi che spaziano da Aurelio ‘Galep’ Galleppini a Guido Crepax a Mike Deodato Jr. (suo l’Hulk nell’immagine); Dylan Dog – New Old Boy sarà invece di scena presso la Chiesa dei Servi per raccontare la rivoluzione in atto sulla testata dell’Indagatore dell’ncubo; Chef Rubio Food Fighter di Diego Cajelli e Enza Fontana è un volume edito da Star Comics dal quale è tratta la mostra ospitata al Family Palace, sede anche di Tra carta e cultura: l’arte di Carlotta Parisi, illustratrice e scultrice in carta.
Bisogna invece spostarsi nella Japan Town per visitare Robots & Characters Evolution (ingresso solo col biglietto della fiera) e ripercorrere così l’evoluzione dei robot dagli anni Settanta in poi e – già che ci siete – celebrare i 35 anni di Gundam. Sempre presso Japan Town, è visitabile anche JH Lab, collettiva di autori contemporanei del Sol Levante. Segnaliamo infine Un Maestro dallo spazio profondo, personale dell’illustratore fantasy-fantascientifico Maurizio Manzieri, presso il Padiglione The Planet (ingresso con biglietto fiera).

(18/10/2014)