sulla_stessa_barcaSulla stessa barca è un’iniziativa benefica (di cui parlavamo anche QUI, Ndr) nata in Sicilia dopo il tragico evento del 3 ottobre 2013, nel quale oltre 360 naufraghi persero la vita al largo delle coste di Lampedusa.
Convinti della forza espressiva e comunicativa del medium Fumetto, è stato rivolto un invito ai disegnatori professionisti per la realizzazione di un’opera legata al tema della migrazione e dei popoli in fuga. L’invito è stato esteso anche alle scuole di fumetto italiane ai cui studenti si è chiesto la realizzazione di una storia breve incentrata sul medesimo tema.
Per l’occasione, è stato chiamato in causa un testimonial d’eccezione: Corto Maltese, il celebre character di Hugo Pratt simbolo delle storie di mare che tutti  vorremmo leggere, contrariamente alle tristi notizie di cronaca che giungono dal Mediterraneo.
All’iniziativa hanno aderito finora 44 disegnatori di fumetti professionisti, ed altri 20 circa sono stati contattati e sono in procinto di aderire. L’obiettivo è una raccolta fondi da devolvere alle associazioni umanitarie operanti sul territorio di Lampedusa che, lontano dai clamori della cronaca, offrono un sostegno ai migranti o intervengono nelle emergenze legate agli sbarchi. La raccolta dei fondi avverrà con la vendita delle opere donate dagli artisti.
Lo scorso 24 febbraio l’associazione culturale ha già indicato che una parte del ricavato della vendita di tali opere sarà indirizzato ad un progetto dell’AiBi – Associazione Amici dei Bambini (sito), che opera nell’intera Sicilia, ed in particolare sul territorio di Lampedusa. Il loro progetto si chiama : “O’scià: il vento dell ‘accoglienza”. La rimanente parte dei fondi raccolti sarà destinata probabilmente alla Caritas; inoltre si sta valutando anche una proposta per la Biblioteca Comunale di Lampedusa.
Le 50 opere finora raccolte hanno dato vita ad una mostra itinerante sul tema della migrazione e dei popoli in fuga. Gli autori in mostra sono nell’ordine: Luca Salvagno, Edilberto Messina Edym, Giuseppe Guida, Alessandro Napolitano&Diego Capani (Exodus), Walter Venturi, Michele Rubini, Giuseppe Montanari, Davide Perconti, Giuseppe Di Bernardo, Giacomo Michelon, Sal Velluto&Eugenio Mattozzi, Marco Roveroni, Nicola Genzianella, Francesco Conte, Stefano Andreucci, Antonella Vicari, Lele Vianello, Anna Leotta, Stefano Casini, Otto Gabos, Renato Colombo&Francesco Paciaroni, Gianni Sedioli, Paolo Murgia, Giuseppe Palumbo, Valerio Piccioni, Daniela Vetro, Lelio Bonaccorso, Ugo Nooz Torresi, Michela De Domenico, Val Romeo, Luigi Siniscalchi, Ignazio Piacenti, Massimo Asaro, Lola Airaghi, Alessandro Borroni, Silvio Grasso, Angelo Pavone, William Bondi, Luca Enoch, Roberto De Angelis e gli allievi della Scuola del Fumetto/Grafimated di Palermo.

Dopo varie tappe durante l’estate appena trascorsa, attualmente la mostra è visitabile a Foggia, nell’ambito dell’iniziativa Questioni meridionali, fino al prossimo 26 settembre (Biblioteca Provinciale di Foggia “La Magna Capitana”; orari: dal lunedì al venerdì, 9.00-19.30; sabato ore 9.00-13.30).
Poi, a metà ottobre, l’eposizione tornerà in Sicilia e sarà allestita a Catania, tramite il co-organizzatore di questo progetto, Marco Grasso.
Da novembre 2014 a febbraio marzo 2015 l’allestimento ripartirà e sarà proposto in altre città, in collaborazione con Associazioni ed enti che svolgono da svariati anni attività culturali legate al fumetto (con alcune delle quali l’iniziativa è ancora in corso di perfezionamento): Cremona (Centro Fumetto Andrea Pazienza); Bologna (Associazione culturale Hamelin); Milano (Wow Spazio Fumetto); Napoli (Comicon); Roma (C’Art Gallery); Messina (tramite alcuni autori di fumetti messinesi); Giarre. Altre info sulla pagina Facebook dell’organizzazione.

(Estratto dal comunicato stampa dell’organizzazione,
Arch. Mario Benenati • 12/09/2014)

Post correlati