sbam_dk_1A volte, si dice, la realtà supera la fantasia. Altre volte, invece, le due finiscono per mescolarsi e sovrapporsi. È il caso, per esempio, delle storie di Diabolik: un personaggio sicuramente di fantasia nelle cui avventure, però, non sono mai mancati riferimenti (ora espliciti, ora più velati) a fatti reali. Ed è proprio questo il presupposto su cui si basa Diabolik Nero su Nero, la nuova collana dedicata al Re del Terrore in uscita con Corriere della Sera e La Gazzetta dello Sport a partire dal 22 luglio: una collezione che proporrà alcune delle più belle storie del personaggio (VEDI), scelte in base alla loro attinenza con temi ed episodi di cronaca realmente accaduti.
A presentarla, presso la sede storica di Astorina, a due passi dal centro di Milano, sono stati il direttore editoriale Mario Gomboli, autentico “erede designato” di Angela e Luciana Giussani, Gianni Bono, curatore della collana, e Gabriele Dell’Otto, uno dei tre artisti (gli altri sono Manlio Truscia e Corrado Mastantuono) che hanno firmato le copertine della nuova collezione, tutte rigorosamente inedite.
sbam_dellotto-bono-gomboliSbam! Comics, va da sé, era presente all’appuntamento, per raccogliere tutti i dettagli dalla viva voce dei protagonisti. «L’idea della collana è sicuramente originale» ha spiegato Gomboli. «Per la prima volta, la selezione delle storie da riproporre è basata sul loro rapporto con la cronaca nera. In effetti, Diabolik ha sempre avuto uno stretto legame con la cronaca, tanto che le stesse sorelle Giussani dicevano di ispirarsi più alle pagine cruente dei giornali che non ai romanzi o ai telefilm. Diabolik, del resto, vive una realtà molto simile alla nostra: i suoi avversari non sono figure surreali, ma persone “vere”, che potremmo incontrare tutti i giorni. E lo stesso vale per il contesto in cui si muove: Clearville è una città inventata, ma essenzialmente non dissimile da Milano o Roma. Siamo quindi partiti da un fatto di cronaca, o da una categoria di fatti di cronaca, e abbiamo scelto storie in cui si verificavano episodi analoghi, o in qualche modo confrontabili. Per la prima uscita, per esempio, prendendo spunto dalla vicenda della Uno Bianca sono state selezionate un paio di storie con poliziotti corrotti o, comunque, con situazioni in cui le autorità non fanno il loro dovere».

«C’è un ulteriore motivo per cui questa collana è diversa da tutte quelle uscite in precedenza» ha aggiunto Bono; «Per la prima volta, a un collaterale di Diabolik si è deciso di dare un volto inedito, non ristampando le copertine ma facendole tutte assolutamente nuove. Vogliono essere un omaggio all’iconografia popolare italiana e a grandi autori come Beltrame e Molino, e per questo devo dire grazie a Gabriele Dell’Otto, che ne ha impostato lo stile grafico coadiuvato da altri due validissimi disegnatori come Manlio Truscia e Corrado Mastantuono».

«Gianni accennò per la prima volta al progetto durante la Lucca Comics dell’anno scorso» ha ricordato Dell’Otto; «Si presentò allo stand e mi disse semplicemente: ti andrebbe di disegnare Diabolik? Dopo qualche mese è quindi nata questa collaborazione, nell’ambito della quale ho avuto l’onore e l’onere di impostare la grafica di quella che sarebbe stata l’immagine coordinata di tutta la collana. Inizialmente avrei dovuto essere l’unico copertinista, poi per una serie di motivi non è stato possibile e quindi sono stato affiancato da due fantastici colleghi. Questo, se vogliamo, ha rappresentato una sfida in più: trovare uno stile grafico che andasse bene per tutti e tre gli autori e che non desse al lettore la sensazione di avere ogni settimana tra le mani qualcosa di diverso e disomogeneo».

sbam_DK_2Sotto la cover inedita, ogni volume di Diabolik Nero su Nero conterrà una sezione che presenta brevemente il fatto di cronaca di cui si parla, due storie diabolike a tema e una parte di approfondimento fumettistico curata dal giornalista Fabio Licari.

La prima uscita, La polizia non indaga, sarà in edicola martedì 22 luglio al prezzo di lancio di 1 euro, con le storie Capo d’accusa: omicidio (1998) e Complice un poliziotto (1985). Casi in cui i tutori della legge hanno tradito il loro mandato per passare dall’altra parte della barricata: il fatto di cronaca approfondito è il caso della banda della Uno Bianca.
Seguirà, il 29 luglio, Donne spezzate (3,99 euro), dedicato agli episodi di violenza sulle donne (all’interno le storie Un dannato alibi e Un uomo violento, oltre a un approfondimento sul caso del Circeo).
I successivi volumi saranno disponibili ogni martedì a 6,99 euro, più il prezzo del quotidiano.
Qualche dettaglio tecnico: ogni volume sarà di 256 pagine a due colori (nero e rosso), formato 14,2×19,9cm, softcover con alette di vernice opaca con serigrafica lucida a dare al volume un aspetto particolarmente curato.

Di seguito, la prima parte del piano dell’opera

1. (22/7) La polizia non indaga (Complice un poliziotto; Capo d’accusa: omicidio) – CASO: Uno bianca
2. (29/7) Donne spezzate (Un dannato alibi; Un uomo violento) – CASO: Circeo
3. (05/8) La grande fuga (La fortezza inviolabile; L’evaso) – CASO: Vallanzasca
4. (12/8) Orrore in famiglia (Un covo di vipere; Una famiglia di iene) – CASO: omicidio Maso
5. (19/8) Aerei maledetti (Sulle ali della morte; Panico all’aeroporto) – CASO: Ustica
6. (26/8) Breaking news (Intervista a Diabolik; Mistero assoluto) – CASO: omicidio Cogne
7. (02/9) Sfilate di sangue (La coda del pavone; Progetto criminale) – CASO: Gucci
8. (09/9) Cosa nostra (Mafia; La goccia di rugiada) – CASO: Mafia
9. (16/9) Le mani sulla città (Diabolik, chi sei?; Delinquenza all’assalto) – CASO: banda della Magliana
10. (23/9) Amanti di morte (Vendetta trasversale; La morte ha due facce) – CASO: Erika e Omar
11. (30/9) Nel nome di Satana (Magia nera; Tu ucciderai Eva) – CASO: Bestie di Satana
12. (07/10) Il terrore arriva in volo (In volo verso la morte; Terrore nel cielo) – CASO: 11 settembre

(Marco De Rosa • 18/07/2014)