sbam_DoraemonIn Giappone è già annunciata da tempo l’uscita di un suo lungometraggio in 3D, che però non è dato sapere se arriverà anche in Italia. Ma per i suoi fans del Belpaese, il buon Doraemon torna comunque in auge, grazie a Boing, l’emittente TV dedicata ai cartoni animati, che ha cominciato proprio in questi giorni la trasmissione della nuovissima serie dei suoi episodi, la terza in assoluto. Prodotti da Shin-Ei Animation nel 2005, The New Doraemon giunge solo adesso in Italia ed è proposta ogni mattina alle 7.25 e la domenica e il lunedì in prima serata.

Con una animazione più “viva” rispetto agli episodi classici, un maggior uso delel ombre e una profondità più evoluta, non cambia comunque la sostanza delle trame che legioni di appassionati amano e apprezzano da lustri. Così il gattone-robot venuto dal XXII secolo continua a trovarsi nei guai per assecondare i capricci e le fobìe del piccolo Nobita, studentello pigro e combinaguai, infatuato di Shizuka e angariato dai prepotenti Gian e Suneo. E continua a utilizzare i mirabolanti congegni – i ciuski – che estrae di volta in volta dal tascone (anzi, gattopone) extradimensionale che porta sul petto, che funziona un po’ come la borsa di Mary Poppins. Nato nel 1969 per un manga di Fujiko F. Fujio, Doraemon resta certamente uno dei personaggi più popolari del cosmo anime in Italia.

Post correlati