sbam_cannibal_familyThe Cannibal Family è la nuova serie a fumetti sceneggiata da Stefano Fantelli per le Edizioni Inkiostro, la casa editrice fondata dal disegnatore Rossano Piccioni.
Sia Fantelli (Alla fine della notte, Dark Circus, El Brujo Grand Hotel, Strane Ferite, Io sono il Brujo, Zombie Paradise) che Piccioni (El Brujo Grand Hotel, Zombie Paradise, Cosmicomic) non si sbottonano più di tanto contribuendo ad infittire l’alone di mistero che circonda questo nuovo progetto dalle tinte horror, ma promettono qualcosa che non si è mai visto prima in Italia e garantiscono personaggi credibili e atmosfere disturbanti. La narrazione di The Cannibal Family si svolge su due binari paralleli, uno ambientato ai giorni nostri e l’altro durante la Seconda Guerra Mondiale. L’ambientazione storica è stata scrupolosamente curata da Fantelli e Piccioni in ogni più piccolo dettaglio, nulla è stato lasciato al caso e in queste storie vengono raccontati anche fatti realmente accaduti.
Il numero zero di The Cannibal Family, con la cover di Nicola Genzianella (Dampyr) e la prefazione di Giuseppe Di Bernardo (L’insonne, Diabolik, The Secret, Cornelio), una pagina Facebook che ha varcato la soglia dei 9800 fan, è stato presentato in anteprima a Lucca Comics & Games 2013. Gli altri compagni di trincea e disegnatori della serie, tutti di altissimo livello, sono Dario Viotti (El Brujo Grand Hotel, Erotico Nero, Zombie Paradise, Shapeshifter) e Andrea Tentori Montalto (Zombie Paradise).
The Cannibal Family è disponibile in tutte le librerie on line (Amazon, IBS, ecc…), è distribuito nelle fumetterie di tutta Italia da Alessandro Distribuzioni, è possibile acquistarlo anche sullo shop di Edizioni Inkiostro. Il numero 1 (36 pp, formato 17×24, € 3,00) uscirà a gennaio 2014, con la cover di Alessandro Bocci (Lazarus Ledd, Dampyr) e la prefazione di Diego Cajelli (Napoleone, Dampyr, Legs Weaver, Zagor, Long Wei).

“Mettetevi comodi, lo spettacolo sta per iniziare. Un grand guignol da nouvelle cuisine per palati sopraffini. Una vera cucina da incubo fatta di prelibatezze dal volto umano vi attende, ma non temete, queste pietanze fumettistiche non vi resteranno sullo stomaco” (dalla prefazione di Giuseppe Di Bernardo).

(comunicato stampa • 27/12/2013)