sbam_postcardcult_eppelaEcco un’ottima iniziativa fumettistico-sociale: contro il triste fenomeno degli assassinii di donne, ecco la campagna Il fumetto dice basta.
È PostcardCult a proporre questa produzione di cartoline in crowfunding, in collaborazione con grandi firme delle Nuvole Parlanti italiane. Si tratta della “Comics Collection in cartolina, la prima di una serie di collection che vorremmo in futuro estendere anche ai personaggi dello Sport e dello Spettacolo” spiegano sul loro sito gli organizzatori. “12 soggetti (più una cover) che spaziano dai più importanti personaggi a Fumetti delle case editrici nazionali e non ad immagini create ad hoc da parte di autori di riferimento fino alle cover di alcune graphic novel tristemente in tema con questo tragico argomento”.
sbam_postcardcult_juliaQuesto l’elenco delle cartoline, sempre riportato sul sito di PostcardCult: “Sono presenti: Eva Kant, l’eterna fidanzata di Diabolik, che proprio quest’anno compie cinquant’anni; Asso, l’alter ego di Roberto Recchioni, uno dei fumettisti più importanti a livello nazionale, neo curatore di Dylan Dog e papà della miniserie Orfani della Sergio Bonelli Editore; proprio l’Indagatore dell’Incubo grazie ad una magistrale interpretazione di Gigi Simeoni; Julia, la detective di casa Bonelli, una vera eroina del Fumetto. E ancora: A Panda Piace, la divertentissima creatura di Giacomo Bevilacqua che fra poco sbarcherà in edicola ma che nel frattempo un sorriso, anche se amaro, ha saputo strapparcelo; una fanciulla di Milo Manara, non discinta come al solito ma armata di pistola e pronta a difendersi; due graphic novel purtroppo in tema, come Inès di ReNoir e Io so’ Carmela di Becco Giallo. Il protagonista de Il Corvo in una posa già vista ma con autorizzazione diretta di James O’ Barr (grazie ad Edizioni BD), e la cruda ma efficace immagine di Alessandro ‘Ganassa’ Mazzetti, un altro che ci delizia con le sue fanciulle ma che oggi ci ha riservato un vero pugno allo stomaco. Chudiamo con colui che difende i più deboli, alias Long Wei di Diego Cajelli e con il testimonial (quasi) in carne ed ossa: Francesco Facchinetti non ha esistato a metterci la faccia. Non ci conosciamo, si è fidato alla cieca anche se è un personaggio pubblico. Chapeau. Per restare in tema, si è anche fatto disegnare dalla nostra amica Lola Airaghi”.
Le cartoline sono visibili nel video di ComicsTV che riportiamo qui di seguito. Per partecipare al crowfunding clicca qui. La raccolta dura 30 giorni a partire dal 7 novembre 2013.

(07/11/2013)