Quando Francesco. San Francesco a fumetti secondo Luca Salvagno dalla carta al digitale – Dal 18 gennaio al 10 febbraio 2013 presso Wow Spazio Fumetto (Viale Campania 12 – Milano) – Orari: dal martedì al venerdì, dalle 15.00 alle 19.00; sabato e domenica dalle 15.00 alle 20.00 – Ingresso libero

Una suggestiva mostra interamente dedicata alla vita, alle opere e ai Fioretti di San Francesco raccontati dalle stupende tavole di Luca Salvagno: 14 tavole originali di grande impatto e cariche di suggestioni che fanno immediatamente pensare alla Bibbia Pauperum e al ciclo di affreschi di Giotto nella Basilica di Assisi, ossia a due forme narrative antiche, riservate al popolo, che in qualche modo possiamo considerare antenate del fumetto moderno. Guardando più all’arte che all’illustrazione, infatti, i disegni di Salvagno hanno uno sviluppo orizzontale che rimanda ai classici cicli di affreschi o alle miniature mentre lo stile è un omaggio a maestri del fumetto come De Luca o Landolfi.
Il fumetto San Francesco, realizzato nel 2000 da Salvagno per Il Messaggero dei Ragazzi e pubblicato poi in volume, è il primo titolo di una nuova collana di app realizzate da Excalibur e Oku Studio per iPad e iPhone dedicate al fumetto d’autore.

L’AUTORE
Luca Salvagno nasce nasce a Chioggia (VE) il 4 luglio 1962. Diplomato all’Accademia delle Belle Arti di Venezia esordisce sulle pagine de Il Messaggero dei Ragazzi  nel 1988. La sua passione per il fumetto è antica, a 6 anni fumetta a biro sui quaderni e in quarta elementare passa alla china e al cartoncino da disegno, e va di pari passo con la passione per il lavoro di Jacovitti. Questa passione lo porta a esordire come colorista delle ultime tavole del maestro e in seguito, a continuare, realizzando sceneggiature e disegni, il personaggio di Cocco Bill.
Nel 1997 inizia la collaborazione, che dura ancora oggi, con Il Giornalino passando tranquillamente da storie umoristiche a storie di avventura.
Tra le sue collaborazioni va anche ricordata la Storia d’Italia a Fumetti e la Storia del mondo a fumetti di Enzo Biagi. Da non dimenticare poi Asinus, un fantasy in piena regola, e Le avventure di Cacio Galilla divertita e documentata serie che ripercorre le vicende dell’Italia sotto il regime fascista attraverso gli occhi di un ragazzino di dieci anni.
Attualmente sta lavorando a una serie, Piccoli grandi uomini, scritta da De Angelis per Il Giornalino, e ha “raccontato” l’infanzia di Chaplin, di Rodari e di san Francesco.

LA APP
Pubblicato inizialmente a puntate su Il Messaggero dei Ragazzi, questo racconto della vita di San Francesco attraverso la rilettura grafica di alcuni dei Fioretti, nel 2005 venne pubblicata in volume con il titolo A laude di Gesù Cristo e del poverello Francesco.
Oggi, con il titolo San Francesco, è il primo volume di una collana di app per iPad e iPhone dedicata al fumetto italiano d’autore realizzata da Excalibur e Oku Studio. Rispetto alla prima edizione cartacea è stata arricchita da quattro nuove tavole e da una serie di extra dedicati a Salvagno e ai suoi lavori. Tra gli extra anche alcuni approfondimenti dedicati a san Francesco nei fumetti e nel cinema e  all’iconografia del Poverello di Assisi. Ogni articolo è accompagnato da una ricca galleria di immagini fotografiche.
La app San Francesco sarà disponibile su App Store a 4,49 euro a partire da fine gennaio 2013. Inoltre, in occasione dell’Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti, verrà realizzata anche un’edizione in  inglese.

(c.s • 09/01/2013)