Dauvillier- Soleilhac- Jouvrai, Il giro del mondo in 80 giorni, Collana Tipitondi n. 6, 144 pp a colori, Tunué 2012, euro 16,90

Nel lontano 2 ottobre 1872 la rocambolesca avventura del gentlemen londinese Phileas Fogg inizia con una scommessa bizzarra: riuscire a compiere il giro del mondo in 80 giorni. Tra atmosfere romantiche ed esotiche – nell’epoca della rivoluzione industriale e del mito del progresso scientifico – si svolge così il viaggio contro il tempo del temerario miliardario, sicuro di conquistare la posta in gioco di ventimila sterline. Il lungo viaggio, in compagnia del domestico Passepartout e della bella Auda, sarà carico di sorprese, equivoci, parentesi romantiche e colpi di scena. Un classico di Jules Verne che ha appassionato intere generazioni, adattato oggi a fumetti dagli autori francesi Loïc Dauvillier e Aude Soleihhac, con i colori di Anne-Claire Jouvray, in uscita per Tunué in edizione integrale.

Loïc Dauvillier (Cambrai, 1971) è uno sceneggiatore francese. Scrittore, editor (edizioni Charrette) e scenografo, inizia a fare fumetti nel 2004 con i primi tre volumi della serie per bambini La Petite famille (Tournon Carabas). Da allora, esplora tutte le possibilità offerte dal linguaggio del fumetto, tra storie intimiste e adattamenti letterari come il classico di Verne Le tour du monde en 80 jours, con i disegni di Aude Soleilhac, (Delcourt, 2010), e l’Oliver Twist di Dickens (Delcourt, 2010).
Aude Soleilhac vive e lavora ad Angouleme, in Francia. Tra i suoi lavori Le tour du monde en 80 jours con Loïc Dauvillier (Delcourt, 2010) e Guerre des Boutons (Delcourt, 2011).

(01/11/2012 • dal comunicato stampa dell’Editore)