Panini Comics propone in edicola Orchid, fumetto cupo e angosciante nella migliore tradizione Dark Horse, ambientato su un pianeta Terra del futuro devastato e sconvolto dagli eventi naturali. A seguito dei danni provocati dall’uomo stesso, la natura si è ribellata: oggi quel che resta dell’umanità vive nelle poche terre rimaste emerse, in piccoli insediamenti assediati dal Selvaggio, una giungla intricata e infestata da esseri di ogni tipo. “Gli umani non si trovavano più in cima alla catena alimentare“. L’umanità è quindi divisa in due parti: i Forti e i Sottomessi. Questi ultimi, ridotti in schiavitù, hanno come unico scopo quello di sopravvivere. Tra loro spicca la figura di Orchid, giovane e bella prostituta che si prodiga per salvare il fratellino nelle varie situazioni. Non certo un’eroina, dunque, ma solo un essere che lotta per se stesso in un incubo. Con lei, il sognatore Simon, giovane che si rifiuta di lasciarsi andare all’abrutimento, ha “perfino” letto dei libri e tenta in ogni modo di dare ai compagni di sventura uno scopo per lottare, anche nella memoria di eroi dei passato come il misterioso Generale China.
Vicenda intrigante e intricata, basata su un soggetto già sfruttato a più riprese (basti pensare alla marvelliana Era di Apocalisse o alle “nostre” Cronache del Dopobomba di Bonvi), e non certo solo dal fumetto, ma che consente comunque infinite varianti sul tema.
Orchid è particolare anche per il suo autore: Tom Morello, chitarrista del gruppo Raige against the Machine che ad ogni episodio del fumetto ha abbinato un pezzo musicale, per una originale commistione di arti (brani disponibili su internet e scaricabili con il codice fornito dall’albo). Disegni di Scott Hepburn e eccellenti colori di Dan Jackson.
Panini Comics propone la serie in albi bimestrali nella collana Panini Premium (a partire dal nr. 5, ottobre 2012, euro 3,30), affidandone la cura a Davide “Law” Caci, in contemporanea con The Strain, altra – cuperrima – serie Dark Horse.

(Domenico Marinelli)

Post correlati